lunedì , 24 aprile 2017
Le news di Asterischi

Vita e morte della Contessa Bathory, tradita dal sangue blu

Chuck Palahniuk, Paloma Picasso, Eli Roth. Sono solo alcuni dei celebri nomi che hanno scritto, interpretato o solamente citato la storia di Erzsébet Báthory, meglio conosciuta come Elisabetta Bathory, o come Contessa Dracula. Tanta passione per una donna che avrebbe fatto rabbrividire anche il vecchio Vlad III di Valacchia.

Il 7 agosto del 1560 nasceva la contessa che, secondo le notizie frammentarie giunte sino ai nostri giorni, avrebbe ucciso e torturato un numero compreso tra 100 vittime (quelle sicuramente accertate) e altre 300 di cui era fortemente sospettata all’epoca. Lei stessa ne avrebbe contate circa 650, secondo un diario personale, ma i serial killer, è cosa assai nota, hanno la tendenza a gonfiare il numero delle loro “conquiste”.

Come tutti gli psicolabili che passano la vita a uccidere e torturare non si può certo dire che la piccola Elisabetta, nel truce mondo che aveva assaporato da pochissimo l’età moderna, possa aver goduto di una vita completamente normale. La violenza e la tortura erano all’ordine del giorno, ma la piccola – a differenza di molta altra gente che viveva nella stessa epoca e osservava le medesime brutture – deve essere stata investita e posseduta da questa essenza malata. Ad un innato sadismo aggiunse la convinzione che il sangue delle vergini le rendesse migliore la pelle, soprattutto se erano ragazze della sua stessa classe sociale. Così cominciò la sua epopea, senza disdegnare punizioni sempre più estreme alle sue serve.

A tradirla fu un sadismo praticamente insaziabile ed estremo che in famiglia era tollerato quando ardeva di desiderio nello straziare le carni delle sue ragazze, o quando inaugurò la Vergine di Ferro (una specie di antesignana della più celebre Vergine di Norimberga). Dovette fermarsi quando cominciò a esagerare con le signorine aristocratiche. Morì suicida nella sua cella.

Il buon sangue, si dovrebbe dire, non è per tutti.

(rrb)

Informazioni su Rosario Battiato

sopravvive soltanto a temperature basse e in ambienti chiusi. Ha studiato Storia, ma ha la tendenza a fare il giornalista e a costruire un pastiche al giorno. Fondatore di Asterischi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com