sabato , 29 aprile 2017
Le news di Asterischi

Vincitori concorso letterario “Racconta la vita liquida e i rifiuti solidi”

Federico Fatticcioni - Oggetto al mare #2

Federico Fatticcioni, Oggetto al mare #2

 

PRIMO CLASSIFICATO

Memorie alla deriva di Andreea Elena Stanica

Apro una delle tante finestre che orbitano sul desktop. Nessun odore, nessun campo di tulipani e grano. Sbircio per un attimo dentro cartelle che comprimono le mie spalle. Chiudo. Doppio click. Ne apro altre, preda di una vana ricerca. Finestre che danno sul niente, icone senza orizzonte, memorie da cestinare e cestini da svuotare. Mi chiedo dove sia il cimitero delle cose passate.

 

Motivazione della giuria: Per la metafora sul tempo e lo spazio e l’immediatezza e la dinamicità tipiche del contesto, tacitamente paragonate alla statica durata del “cimitero delle cose passate”, che è probabilmente dappertutto.

 

SECONDO CLASSIFICATO

La nuova bambola di Farah di Paola Giordano

Amava passeggiare sulla spiaggia all’alba, Giulia. Quella mattina,però, Tobia era irrequieto: iniziò a rovistare tra un mucchio di rifiuti vicino agli scogli. Giulia lo raggiunse incuriosita e…le mancò il fiato: la sua vecchia bambola era lì! La madre non l’aveva regalata a una bimba meno fortunata: aveva mentito. Decise di portarla a casa: la pulì, le cucì un vestito e la regalò alla piccola Farah.

 

Motivazione della giuria: Per la tenerezza di un gesto che non ha bisogno di parole. Per la capacità di farci vedere anche il vestitino della bambola della piccola Farah.

 

TERZO CLASSIFICATO

L’investigatore di Angela Catalini

Era stato un articolo a metterlo sulla pista giusta: “Lipari devastata da un’alluvione”. Gli tornò alla mente che Armando Trasi era stato al confino nel 1942 ed era probabile che ci fosse tornato in seguito perché conosceva la zona.
Prese l’aliscafo a Messina, l’omicidio della piccola Elena stava per cadere in prescrizione: dieci anni di vane ricerche. Fino a quel giorno, fino a quella bambola.

 

Motivazione della giuria: Per il punto di vista originale e il significato che qui assume un oggetto apparentemente inutile. Per il “dove, come e quando”, che lo fanno sembrare l’incipit di un romanzo.

Informazioni su photoblog

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com