giovedì , 19 settembre 2019
Le news di Asterischi

Archivio per il tag: noir

Piccola Biblioteca Asterischi – 5. Sir Arthur Conan Doyle

DOYLE-2

Nel 1891 il celebre autore di gialli Sir Arthur Conan Doyle, non sopportando l’idea che la sua fama fosse ormai legata unicamente al personaggio di Sherlock Holmes, decise di ‘uccidere’ l’investigatore facendolo uscire di scena in un racconto; in seguito alle proteste dei fan, lo scrittore fu costretto a far tornare l’eroe, ormai diventato parte dell’immaginario collettivo. Nella copertina di ... Continua a leggere »

Personaggio in cerca d’autore: La Dalia Nera (Elizabeth Short)

Nome: Elizabeth Short, nota come la Dalia Nera Padre: Cleo/James Ellroy Soprannome: Nessuna certezza sull’origine. Probabilmente deriva dall’unione della passione per il film La Dalia Azzurra (1946) di George Marshall e scritto da Raymond Chandler con l’abitudine a vestire di nero. Il caso: Betty, come tante ragazze della sua età, avrebbe voluto soltanto fare l’attrice. Invece si ritrovò, nel migliore ... Continua a leggere »

Buon Compleanno James Ellroy (04/03/1948)

«Il rock and roll mi è sempre sembrato riduttivo, una sorta di ribellione istituzionalizzata. Mi sembra decisamente superficiale come cosa. Le influenze culturali che hanno forgiato i ragazzi della mia età non mi hanno mai toccato più di tanto; sto dicendo cioè che personalmente non mi piace quella musica, non che sia priva di contenuto sociale o che sia deviante.» ... Continua a leggere »

Gli Speciali di Asterischi #3 – Giallissimo

immagine

(Foto di Claudia Rifuggiato) Si leggono in obliquo, di lato, in alto e di traverso. Sono gli Speciali cartacei di Asterischi.it. Scaricate, stampate e leggete… La redazione di Asterichi.it ha realizzato uno speciale dedicato al Giallo e ai suoi numerosi figli e figliastri. Si chiama appunto Giallissimo. L’inserto è stato pubblicato sul numero di dicembre di Universitinforma, free-press che potete ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Jean-Claude Izzo (20/06/1945)

«Mi avvicinavo ai quarantacinque anni e, come molti marsigliesi, i racconti di viaggi mi incantavano più dei viaggi stessi. [...] Facevo parte di una generazione per cui i viaggi avevano un significato preciso. Quello dei piroscafi, dei cargo. Della navigazione. Dei tempi imposti dal mare. Dei porti. Della passerella posata sulla banchina, e l’ebbrezza dei nuovi odori, dei visi sconosciuti.» ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com