martedì , 12 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Archivio per il tag: musica

L’arte spiegata ai miei amici: Ronchamp

P1000830small

  Le foto sono state scattate nel 2010 in occasione di un viaggio a Basilea (fondazione Beyeler) e Berna (centro Klee) durante il quale ho fatto una puntata a Ronchamp per rendere omaggio a Le Corbusier, il più grande architetto del ‘900. Ronchamp è un piccolo comune francese (Haute Saone), vicino a Belfort e Mulhouse, un tempo centro importante per ... Continua a leggere »

Quando le porte della percezione si aprono

The-doors-album

Rock, psichedelico, blues, acid rock. Solo definizioni. E per il debutto di ieri, 27 Gennaio 1967, a Los Angeles, California, non possiamo soffermarci su semplici definizioni. Stiamo parlando del lancio, per opera della Elektra Records, del primissimo album della band The Doors composta da: Jim Morrison, voce, carismatico poeta ventitreenne, figura emblematica che non faticherà a ricevere l’appellativo di leader. ... Continua a leggere »

“Bon vivants” del dopoguerra e del jazz

bonvivants_destacado

di Antonio Mérida Ordás (Traduzione a cura di Agata Sapienza) Articolo originale pubblicato sulla rivista culturale spagnola Revista Mito l’8 settembre 2013 (‘Bon vivants’ de la posguerra y el jazz ) La notte in cui Harry Crosby pianificò con la sua amata il loro suicidio, l’alta società di Boston trasaliva sulla sua poltrona, e il compendio della generazione perduta premeditatamente si perdeva. Tredici giorni ... Continua a leggere »

Un nichelino per un passo di danza

edison and phonograph

23 Novembre 1889, ieri. È sera e un applauso scroscia per tutta la via. Primo indizio: San Francisco, 303, Sutter Street. Secondo: Palais Royal Saloon. Terzo: Pacific Phonograph Company. Niente? Potremmo andare avanti, citando i due impazienti soci e inventori, Louis Glass e William S. Arnold. Potremmo dirvi che qui c’è lo zampino di Thomas Alva Edison (sì, ancora lui!). ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Violeta Parra (04/10/1917)

node-image[1]

  «Grazie alla vita, che mi ha dato tanto, mi ha dato due occhi, che quando li apro perfettamente distinguo il nero dal bianco e nell’alto cielo lo sfondo stellato e nella moltitudine l’uomo che amo. … Grazie alla vita che mi ha dato tanto mi ha dato un cuore, che agita il suo battito quando guardo il frutto del ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com