mercoledì , 26 febbraio 2020
Le news di Asterischi

Archivio per il tag: mm

Buon Compleanno Johann Gottlieb Fichte (19/05/1762)

  «Il mio sistema è il primo sistema della libertà: come quella nazione [la Francia] libera l’uomo dalle catene esterne, così il mio sistema lo libera dai ceppi delle cose in sé, dell’influenza esterna, e lo istituisce nel suo fondamento primo come essere indipendente. Esso è sorto, negli anni in cui quella nazione lottava con la forza esterna per conquistare ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Novalis (02/05/1772)

220px-Novalis

«I mercanti allora dissero: “ […]Potrebbe anche essere vero che una particolare  costellazione sia necessaria, quando un poeta deve venire al mondo; infatti, occuparsi di quest’arte è di certo una cosa veramente meravigliosa. Persino le altre arti sono assai diverse da essa, e si lasciano comprendere molto meglio. Nel caso dei pittori e dei musicisti si può facilmente vedere cosa ... Continua a leggere »

Personaggio in cerca d’autore: Tobia

Nome: Tobia Padre: Francesco de Gregori  Età: «Quindici anni a Settembre, pressappoco un bambino»  Genitori: «Nato da un padre d’acciaio e da una madre distratta»  Infanzia: «Alle spalle un’infanzia igienicamente perfetta, morbillo, tristezza e nessun’altra malattia»  Hobby-Professione: «Giovane esploratore»  Passatempo: «Scrive il suo nome nella grotta del bue marino, con la sua strana calligrafia »  Imprese: « parte per la gita scolastica e non sa ... Continua a leggere »

Buon compleanno Mary Wollstonecraft (27/04/1759)

« Donna, fragile fiore! Perché sei stata  condannata ad adornare un mondo  esposto a tali tempestosi elementi? »             da L’oppressione della donna, 1796. « Se gli uomini spezzassero con generosità le nostre catene e si accontentassero dell’amicizia razionale invece dell’obbedienza servile, troverebbero in noi figlie più rispettose, sorelle più affettuose, mogli più fedeli e madri più ragionevoli; in una parola, ... Continua a leggere »

Buon compleanno William Shakespeare (26/04/1564)

« MACBETH: […] È un pugnale questo che mi vedo davanti, col manico rivolto verso la mia destra? Vieni, lascia ch’io t’afferri. Non ti sento in mano, e pur ti vedo ancora. Fatale visione, non sei dunque sensibile al tatto come alla vista? o sei soltanto un pugnale della immaginazione, un parto menzognero del cervello eccitato dalla febbre? Ti vedo ancora, ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com