martedì , 22 ottobre 2019
Le news di Asterischi

Archivio per il tag: letteratura

Personaggio in cerca d’autore: Augusto Pérez

Nome: Augusto Pérez Padre: Miguel de Unamuno Credenze religiose: Fermamente cattolico. «Sarà diverso in paradiso, quando ogni nostra occupazione si ridurrà, o meglio si estenderà, alla pura contemplazione di Dio e di ogni cosa in Lui. Quaggiù, in questa misera vita, non ci preoccupiamo che di servirci di Dio: pretendiamo di aprirlo, come un ombrello, perché ci protegga da tutte ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Miguel de Unamuno (29/09/1864)

«Chi viaggia molto non cerca posti nuovi, ma fugge da quelli vecchi. » Da Nebbia   «Rivivere il vissuto è quanto anelo, non vivere di nuovo nuova vita, verso un eterno ieri fa ch’io voli senza che giunga mai alla partenza…» Da Il mio cielo   «Non c’è maggior consolazione di quella della desolazione, come non c’è speranza più attiva ... Continua a leggere »

Intervista a Vincenzo Latronico

      Vincenzo Latronico è una delle giovani promesse del panorama letterario italiano. Noi di Asterischi.it l’abbiamo conosciuto in occasione della rassegna ContemporaneA, tenutasi ad Agrigento la scorsa estate grazie ad Amedeo Brucculeri e Gero Micciché di El Aleph. A quasi un anno di distanza da quell’incontro, abbiamo finalmente avuto occasione di intervistarlo, parlando un po’ con lui di ... Continua a leggere »

Ritorna ContemporaneA, la rassegna agrigentina della letteratura under 35

Dopo gli ottimi riscontri della prima edizione, ritorna ContemporaneA, la rassegna estiva dedicata alla letteratura under 35. La rivista letteraria El Aleph, in collaborazione con la Libreria Capalunga, anche quest’anno ha selezionato 5 giovani scrittori che in questo inizio di millennio hanno vissuto i loro vent’anni – l’età della formazione universitaria, del primo approccio al mondo del lavoro, l’età in cui l’occhio si fa ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Vitaliano Brancati (24/07/1907)

«Cosa farà dunque l’uomo comune per provare l’ebbrezza del genio? Farà massa. Così, urlando lo stesso urlo insieme a centomila altri, crederà che l’umanità intera parli dalla sua bocca spalancata. Egli si sentirà non uno (per usare il linguaggio di certi letterati sofistici), ma tutti quelli che sono nella piazza, come il genio non si sente più lui, ma tutta ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com