martedì , 22 ottobre 2019
Le news di Asterischi

Archivio per il tag: as

Buon Compleanno Jean Cocteau (05/07/1889)

La bottiglia in aria Tutto ci separa e tutto ci unisce e non ci lasciamo mai ho delle promesse nella mia tasca e le mie le metti al di sopra delle catastrofi e il disordine postale Lancio il fuoco delle strofe l’amore è un dio fatale. «Amare, dormire a occhi aperti, aspettare miracoli, questa fu l’unica mia politica.» Da Il ... Continua a leggere »

Buon Compleanno André Kertész (02/07/1894)

 Self Portrait with Life’s Masks, 1976   Wandering Violinist Aboning, Hungary, 1921 «…Lo sguardo sembra essere trattenuto da qualcosa d’interiore. Quel ragazzino povero che tiene in braccio un cagnolino appena nato e vi appoggia la sua guancia, guarda l’obiettivo con occhi tristi, gelosi, spauriti: che pensosità patetica, straziante! In effetti, egli non guarda nulla; trattiene dentro di sé il suo ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Wislawa Szymborska (02/07/1923)

  «In ogni goccia d’inchiostro c’è una buona scorta di cacciatori con l’occhio al mirino, pronti a correr giù per la ripida penna, a circondare la cerva, a puntare. Dimenticano che la vita non è qui. Altre leggi, nero su bianco, vigono qui. Un batter d’occhio durerà quanto dico io, si lascerà dividere in piccole eternità piene di pallottole fermate ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Luigi Pirandello (28/06/1867)

«Quale autore potrà mai dire come e perché un personaggio gli sia nato nella fantasia? Il mistero della creazione artistica è il mistero stesso della nascita naturale. Può una donna, amando, desiderare di diventar madre; ma il desiderio da solo, per intenso che sia, non può bastare. Un bel giorno ella si troverà a esser madre, senza un preciso avvertimento ... Continua a leggere »

Buon Compleanno Blaise Pascal (19/06/1623)

«Perché, insomma, che cos’è l’uomo nella natura? Un nulla rispetto all’infinito, un tutto rispetto al nulla, qualcosa di mezzo tra il tutto e il nulla. Infinitamente lontano dalla comprensione di questi estremi, il termine delle cose e il loro principio restano per lui invincibilmente celati in un segreto imperscrutabile: egualmente incapace d’intendere il nulla donde è tratto e l’infinito che ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com