martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Paura? Scrittori e registi svelano il meglio del cinema horror

Il blog inglese timeout.com ( http://www.timeout.com/london/feature/2514/100-best-horror-films-r-contributors-mn), ha chiesto a dieci addetti ai lavori di stilare personalissime classifiche sui film dell’orrore preferiti.

Noi abbiamo scelto quattro personaggi, tra quelli selezionati dal blog, che ci offrono un bell’itinerario dove, tra il torture porn delle nuove generazioni come Martyrs di Pascal Laugier, e il capolavoro fantaorrorifico Alien di Ridley Scott, sbucano l’immortale Freaks di Tod Browning, i vecchi vampiri di Terence Fisher, e le case maledette del maestro Sam Raimi. Un quadro abbastanza familiare cui si aggiungono, per gli italiani, l’ovvio Argento e l’olocausto cannibale di Ruggero Deodato. Abbiamo voluto, inoltre, condire il tutto con una chicca finale che comprende una selezione dei film italiani dell’orrore scelti per voi da Kim Newman, in esclusiva per Asterischi.it.

Si comincia, stranamente, ma non troppo, con due italiani. Si tratta dei Manetti Bros, Marco e Antonio, che hanno girato delle cose veramente squisite come Piano 17 (2005) e Zora la Vampira (2000). Ecco la loro classifica:

Profondo Rosso, Dario Argento, 1975

Non aprite quella porta, Tobe Hooper, 1974

Alien, Ridley Scott, 1979

Martyrs, Pascal Laugier, 2008)

Halloween, John Carpenter, 1978

Zombi, George A Romero, 1978

La casa II, Sam Raimi, 1987

Cannibal Holocaust, Ruggero Deodato, 1979

Nightmare – Dal profondo della notte, Wes Craven, 1984

Dracula, Terence Fisher, 1958

Neil Marshall ha fatto delle cose egregie come l’horror splatter Dog Soldiers (2002) e il celebratissimo low budget The Descent – Discesa nelle tenebre (2005).

Alien, Ridley Scott, 1979

La cosa, John Carpenter, 1982

Lo squalo, Steven Spielberg, 1975

Un lupo mannaro americano a Londra, John Landis, 1981

Splatters – Gli schizzacervelli, Peter Jackson, 1992

Fog, John Carpenter, 1979

Un tranquillo week-end di paura, John Boorman, 1972

Gli invasati, Robert Wise, 1963

Il presagio, Richard Donner, 1976

La Casa II, Sam Raimi, 1987

John McNaughton, conosciuto come Alan Smithee, è il celebre sceneggiatore/regista di Henry, pioggia di sangue, un film che restò censurato per diversi anni prima di apparire in versione integrale.

Carnival of Souls, Herk Harvey, 1962

Rosemary’s Baby – Nastro rosso a New York, Roman Polanski, 1968

Trilogia del Terrore, Dan Curtis, 1975

Incubi notturni, Alberto Cavalcanti, Charles Crichton, Basil Deardon, Robert Hamer, 1945

Suspense, Jack Clayton, 1961

Psycho, Alfred Hitchcock, 1960

L’esorcista, William Friedkin, 1973

Audition, Takashi Miike, 1999

The Face of Another, Hiroshi Teshigahara, 1966

La Casa II, Sam Raimi, 1987

Kim Newman è un giornalista e critico cinematografico inglese. In Italia abbiamo potuto godere anche dei suoi lavori da scrittore come la serie anno dracula che comprende Anno Dracula (1992), Il Barone sanguinario, pubblicati dai tipi della Fanucci, e Dracula Cha Cha Cha sull’edizione Urania della Mondadori. Kim ha partecipato al sondaggio del blog inglese, ed ha inoltre gentilmente risposto ad una nostra domanda sulla sua top ten italiana di film dell’orrore.

Il castello maledetto, James Whale, 1932

Il bacio della pantera, Jacques Tourneur, 1942

Un secchio di sangue, Roger Corman, 1959

Peeping Tom, Michael Powell, 1960

La notte dei morti viventi, George A Romero, 1968

La morte corre incontro a Jessica, John D Hancock, 1971

Daughters of Darkness, Harry Kümel, 1970

Non aprite quella porta, Tobe Hooper, 1974

Halloween, John Carpenter, 1978

Mulholland Drive, David Lynch, 2001

Ecco invece la sua personalissima lista dei migliori film dell’orrore italiano di tutti i tempi. Solo per Asterischi.it

 La Maschera del demonio, Mario Bava, 1960

L’avventura, Michelangelo Antonioni, 1960

L’orrible segreto del Dr Hichcock, Riccardo Freda, 1962

Sei donne per I’assassino, Mario Bava, 1964

Toby Dammit, episodio del film collettivo Tre passi nel delirio, Federico Fellini, 1968

Profondo rosso, Dario Argento, 1975

L’isola degli uomini pesce, Sergio Martino, 1979

Circuito chiuso, Giuliano Montaldo, 1978

Inferno, Dario Argento, 1980

…E tu vivrai nel terrore! L’aldilà, Lucio Fulci, 1981

E adesso andate a rivederli tutti. E buona abbuffata.

(rrb)

Informazioni su Rosario Battiato

sopravvive soltanto a temperature basse e in ambienti chiusi. Ha studiato Storia, ma ha la tendenza a fare il giornalista e a costruire un pastiche al giorno. Fondatore di Asterischi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com