mercoledì , 20 settembre 2017
Le news di Asterischi

MilleSicilie – Le contraddizioni di Palermo viste da Capek

Si può anche viaggiare immergendosi senza riserve tra le pagine di un giornale o di un libro. O trarne spunto per osservare con una percezione differente luoghi familiari. Oggi Karel Capek, uno dei massimi autori del Novecento, ci porta a Palermo.

I Fogli italiani di Capek sono stati pubblicati da Sellerio nel 1992 per la traduzione di Daniela Galdo, e offrono uno spaccato della penisola, ma anche della Sicilia, attraverso lo sguardo di un uomo, come ha scritto egli stesso, che non “voleva affatto viaggiare e invece ha girato come un pazzo”. Alla Sicilia sono dedicati diversi capitoli, ma, appare curioso come questa visita, compiuta negli anni ’20, ricostruisca in uno schizzo di penna – l’autore di R.U.R. era celebre proprio per le sue taglienti sferzate ironiche – il senso di Palermo. Sul capoluogo regionale appunta che preferirebbe addirittura non scriverne, “perché ho vergogna di non riuscire a dire precisamente se la cosa più bella al mondo è un viaggio per mare oppure Monreale oppure il giardino di San Giovanni degli Eremiti”. Nella prima ci sono bellissimi mosaici sulla creazione che “nemmeno Michelangelo nella Cappella Sistina comprese più profondamente la creazione delle acque, della terraferma e dei corpi celesti”, mentre della seconda ricorda come “su un cielo terribilmente azzurro si stagliano cinque rosse cupole saracene, simili a strani globi. Dio mio, forse è l’angolo più bello”. Ma Palermo per l’autore praghese è anche la città “più pulita di tutta l’Italia” e allo stesso tempo, dopo una visita nel porto della Cala, la più sporca “compresa Napoli e Rocca di Papa”. Le contraddizioni maturano il senso dell’”inesprimibile”, tra il gelsomino e le acque di scarico. “Inesprimibili – conclude la pagina di diario su Palermo – sono le bellezze e le meraviglie del mondo”.

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com