domenica , 5 luglio 2020
Le news di Asterischi

Libri e famiglia

don quijote

Oggi è la Giornata Mondiale del libro e dopo anni, sembra proprio il giorno giusto per tornare a scrivere. Nessuno stava aspettando i nostri consigli di lettura, e infatti non siamo qui per questo.

Oggi vogliamo parlare della stramba relazione tra libri e famiglia.

Ogni famiglia è composta da vari personaggi letterari, direttamente usciti da vari romanzi. Non è semplice trovare l’origine di ogni parente e a ogni descrizione ci ritroviamo a staccare gli occhi dalla pagina alla ricerca delle somiglianze tra il protagonista e nostro fratello o papà, per capire da dove veniamo anche noi.

Per alcuni parenti invece non è necessario pensare troppo, l’immagine è lì, chiara.

Mio zio Romano è Don Chisciotte. E chi l’ha conosciuto e l’ha sempre collegato alla musica, adesso è costretto a riconoscerlo anche in questa descrizione.

Don Chisciotte è il simbolo della libertà, del potere dei sogni, della follia, dell’ironia. Mio zio Romano, anche. E se n’è andato come lui, in un letto che non gli apparteneva, dopo aver lottato contro i mostri e i giganti di quella malattia che è la ragione.

Però un poeta diceva: Io vo cercando nella morte la vita, nella malattia la sanità; nella prigione la libertà, nella chiusura l’uscita, nel traditore la lealtà: ma l’avverso mio destino d’accordo col cielo ha decretato, che poiché cerco l’impossibile, anche il possibile mi sia negato.

Fatemi largo, signori miei, e lasciatemi ritornare all’antica mia libertà; lasciatemi andare a cercar la mia vita passata, affinché io risusciti da questa morte presente.

Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia

Asterischi esiste per due motivi, molto simili tra loro: grazie a Don Chisciotte, che ispira ogni concezione letteraria; e grazie a mio zio Romano, che ha creato questo sito, permettendomi oggi di salutarlo per bene, nello stesso giorno in cui più di 400 anni fa salutavamo proprio il papà del Chisciotte, Miguel de Cervantes.

Ciao zio, grazie.

Informazioni su Agata Sapienza

Agata Sapienza
Dopo studi e peregrinazioni varie non ha ancora capito dove vive, ma legge e traduce sempre e solo dal suo divano.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com