domenica , 25 giugno 2017
Le news di Asterischi

Le città invisibili – La Praga di Rilke

Nome: Praga

Esploratore: Rainer Maria Rilke

Luoghi e monumenti principali: «Quando il grande attore Norinski alle tre del pomeriggio entrò nel Caffè Nazionale davanti al Teatro Ceco di Praga, provò un po’ di spavento, ma immediatamente esibì il suo sorriso più sprezzante.»

«le mura della chiesa dei Cavalieri di Malta, al carcere preventivo, da lì all’ospedale, e poi al VII cimitero di Wolschan, dove la madre gli aveva comprato un pezzo di terra lungo tre passi e largo due.»

Opinione sulla città: «Bohusch continuò: “Conosco la mia mammina Praga fin dentro al cuore, fin dentro al cuore” ripeté, come se qualcuno avesse messo in dubbio la sua affermazione, “infatti proprio questo è il suo cuore, la Città Piccola con Hradschin, nel cuore c’è sempre la parte più segreta, e senta, ci sono tanti segreti in queste vecchie case.”»

Abitanti: «Incontrò poca gente. Vicino alla Torre delle Polveri gli vennero incontro due domestiche con delle grosse ceste della Spesa; ridevano e chiacchieravano e i loro occhi erano così freschi e vitali, i loro abiti e grembiuli ancora rigidi di appretto perché nuovissimi Un po’ più in là lo superarono.. Due soldati di fanteria camminavano impettiti e il loro passo scandiva allegro il ritmo sul selciato, i bottoni delle loro giacche catturavano i primi raggi di sole. »

Il popolo: «Il nostro popolo è come un bambino. Talvolta me ne rendo conto chiaramente: il nostro odio verso i tedeschi in effetti non è niente di politico, bensì qualcosa, come devo esprimermi? qualcosa di umano. Il nostro rancore non nasce tanto dover spartire la nostra patria con i tedeschi, bensì ci rattristiamo perché stiamo crescendo sotto un popolo già adulto. E la storia del bambino che viene su fra i vecchi. Imparerà a sorridere ancor prima di aver appreso il riso.»

«Il nostro popolo non conosce melodie allegre. I suoi canti preferiti sono come qualcosa che prelude al pianto».

(lm)

Informazioni su Loris Magro

Loris Magro
Nasce il 3 Maggio 1990 ad Agrigento. Un po’ per un’insaziabile curiosità, un po’ per geni ereditari, legge fin da piccolo tutto quel che gli capita sotto agli occhi; una volta cresciuto, decide di dedicarsi a tempo pieno alla critica letteraria.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com