lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Le città invisibili – La Procida di Elsa Morante

Nome: Procida

Altro nome e titolo del romanzo: L’isola di Arturo

Esploratrice: Elsa Morante

La “mia isola”: “…ha straducce solitarie chiuse fra muri antichi, oltre i quali si stendono frutteti e vigneti che sembrano giardini imperiali.”

Altro che Caraibi: “Ha varie spiagge dalla sabbia chiara e delicata, e altre rive più piccole, coperte di ciottoli e conchiglie, e nascoste fra grandi scogliere. (…) Mai, neppure nella buona stagione, le nostre spiagge solitarie conoscono il chiasso dei bagnanti.”

Alcuni abitanti: “Fra quelle rocce torreggianti, che sovrastano l’acqua, fanno il nido i gabbiani e le tortore selvatiche, di cui, specialmente al mattino presto, s’odono le voci, ora lamentose, ora allegre.”

Altri abitanti: “I Procidani sono scontrosi, taciturni. (…) E l’arrivo d’un forestiero non desta curiosità, ma piuttosto diffidenza.”

Le case: “…appaiono severe e tristi, sebbene tinte di bei colori di conchiglia (…) Sui davanzali delle finestruole, strette quasi come feritoie, si vede qualche volta una pianta di garofano, coltivata in un barattolo di latta.”

Covo di pirati…: “Le botteghe sono fonde e oscure come tane di briganti. (…) L’oste, nella sua bottega, ch’è di faccia al monumento di Cristo pescatore, alleva un gufo, legato, per una catenella.”

…e di “monache”: “Le donne, secondo l’usanza antica,vivono in clausura come le monache. (…) Esse non scendono mai alle spiagge; per le donne, è peccato bagnarsi nel mare.”

Decisione: “Dissi a Silvestro: -Senti. Non mi va di vedere Procida mentre s’allontana (…) Perciò. Fino al momento che non se ne vede più niente, sarà meglio ch’io non guardi là. (…)
E rimasi col viso sul braccio, quasi in un malore senza nessun pensiero, finché Silvestro mi scosse con delicatezza. (…)
Intorno alla nostra nave, la marina era tutta uniforme, sconfinata come un oceano. L’isola non si vedeva più.

 

(cd)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com