martedì , 12 dicembre 2017
Le news di Asterischi

L’anarchico su due ruote, auguri Sante Pollastri

Sante Pollastri

Anche da noi abbiamo avuto il nostro nemico pubblico numero uno. Sante Pollastri (nato il 14 agosto del 1899) è stato il John Dillinger italico. Le sue pose immortali non sono rimaste nella memoria collettiva mentre imbraccia un mitra Thompson, bensì, come da tradizione nostrana, a cavallo di una bicicletta. E una leggenda coltivata in casa, nei primi del novecento, non poteva non nascondere un animo da anarchico amico di anarchici. Odiava l’autorità imposta della divisa. Detestava i carabinieri, pare per un torto subito. Ma non importa: la leggenda non si perde nel ridicolo di un aneddoto.

Quando Sante Pollastre imperversava tra Italia e Francia il fascismo stava per farsi vigoroso. Il senso della leggenda di Sante Pollastri sta tutto qui. Il fascismo non fiatò mai su questo ciclista folle e delinquente, che incarnava tutta quell’Italia che non ci stava e che non c’era in giro, ma che covava fughe vere da ordine e disciplina. In Francia era già noto per le sue scorribande, mentre in Italia, dove la cronaca nera era stata silenziata dal regime, sembrò non essere mai stato.
In Italia divenire una leggenda può sempre essere infamante per la propria memoria. De Gregori lo ricorda in compagnia di Costante Girardengo (la celebre Il Bandito e il Campione), mentre Beppe Fiorello l’ha interpretato in una fiction in prima serata dove la sceneggiatura trasforma in usuraio il carabiniere che nella storia popolare Sante uccide perché avrebbe violentato sua sorella.
Ben altro il destino cinematografico di Dillinger che ha potuto godere dell’onore delle armi con oltre dieci interpretazioni differenti tra cui l’ultima affidata a Johnny Depp per la regia di Michael Mann in Nemico Pubblico (2009).
Morto nel 1979 Sante Pollastri ha la fortuna di non avere una memoria da riabilitare. Per fortuna nostra era solo un anarchico. Un bandito, appunto.

(rrb)

Informazioni su Rosario Battiato

sopravvive soltanto a temperature basse e in ambienti chiusi. Ha studiato Storia, ma ha la tendenza a fare il giornalista e a costruire un pastiche al giorno. Fondatore di Asterischi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com