martedì , 27 giugno 2017
Le news di Asterischi

La Versione di Asterischi – Madrid, romanzo urbano di Marco Ottaiano

 1381909_580789451983975_1731270035_n

 

Anche una guida di viaggio reciterebbe:

«per la sua forma geografica, per la sua posizione al centro del Paese, per l’aridità di quell’altopiano che domina e che pare non esaurirsi mai una volta che si prova a uscire dai suoi confini; è per tutte queste ragioni che Madrid sembra non avere alcun limite».

Ma noi non stiamo parlando di una guida di viaggio.

La maggior parte dei romanzi spagnoli contemporanei sono ambientati a Madrid. E Madrid, romanzo urbano è ambientato nella maggior parte dei romanzi spagnoli contemporanei.

La maggior parte degli scrittori spagnoli contemporanei che hanno ambientato i loro romanzi a Madrid hanno osservato la capitale spagnola da non madrileni. Marco Ottaiano, traduttore, docente e scrittore napoletano, fa praticamente la stessa cosa nel suo primo libro edito da Tullio Pironti Editore nel maggio di quest’anno.

 Madrid, romanzo urbano è un album di foto, storie, attimi e personaggi. Foto di strade e angoli di una capitale che riesce veramente a rappresentare l’intera nazione; storie di scrittori che non si sono accontentati di viverla ma hanno scelto il pretesto del romanzo per raccontarla; attimi di stupore che sembrano fare da cornice e descrizione alle immagini prese da Galdós, Umbral, Gómez de la Serna, etc.; personaggi che vivono la loro personale storia all’interno di una città che sa essere accogliente, multiforme, soffocante, persino inventata, ma in tutti i casi complicata da lasciare:

«Andar via da Madrid, anche se solo per un breve periodo di tempo, equivale a non vivere affatto, a interrompere il corso del proprio “stare al mondo”, benché questo spesso equivalga semplicemente, [...] al fare ritorno ai propri luoghi d’origine. Luoghi d’origine che però spesso negano il diritto a vivere davvero…»

Madrid, romanzo urbano è anche un libretto d’istruzioni per la costruzione di una mappa, geografica e letteraria, che accompagna ogni tipo di lettore, ispanista e non, per le strade della capitale spagnola. Siamo distanti dal semplice “viaggio dal divano di casa”: Ottaiano lancia continui spunti, fa parlare Juan José Millás, Clara Sánchez, Rafael Reig, David Trueba, Julio Llamazares, Juan Manuel de Prada e intervenire Eduardo Mendoza, Almudena Grandes, Arturo Pérez Reverte, Lucía Etxebarría e molti altri, intessendo un atlante di voci, luoghi e tempi storici che si sviluppano o precedono o seguono o ignorano il lungo periodo franchista e la storia della Spagna contemporanea.

Madrid, romanzo urbano è un piccolo e assolutamente aperto manuale di letteratura urbanistica, un calderone tutto da scomporre in cui convivono periferia e centro, passato, presente e futuro nonché una sfilza di personaggi tormentati, di ogni classe sociale, sesso, età e aspirazione. I punti di riferimento sono fissi e diventano presto un’ossessione per il lettore, quanto lo sono già per i personaggi, gli scrittori, e gli abitanti stessi di Madrid: Paseo de la Castellana, Gran Vía, Plaza de Cibeles, Lavapiés, Salamanca, etc.. Ogni buon lettore e ogni attento viaggiatore si ritroverà a percorrere le strade dell’ Elena di Millás, a cercare la zona residenziale di Últimas noticias del paraíso, a riempire d’acqua il Paseo de la Castellana, proprio come vuole Reig, a cercare il bar in cui si riunivano gli amici di José Ángel Mañas e probabilmente si rifugerà alla fine nella città a nord della Spagna del Corrector di Antonio Menéndez Salmón, o semplicemente tornerà a casa, a osservare di nuovo tutto da lontano.

Ottaiano cita Juan José Millás: «Anche la lettura e la scrittura sono spazi da cui non sempre, ma di tanto in tanto, si vede la strada, o meglio la Strada, cioè il mondo». Noi citiamo Ottaiano che si riferisce naturalmente a Madrid, a quella regalatagli a vent’anni, come scrive nella dedica iniziale: «Il suo attraversamento è già di per sé un percorso, un’evoluzione, e il mondo che essa proietta è un mondo in continua trasformazione».

 

Il libro è acquistabile direttamente sul sito della casa editrice. Buon viaggio.

Informazioni su Agata Sapienza

Agata Sapienza
Dopo studi e peregrinazioni varie non ha ancora capito dove vive, ma legge e traduce sempre e solo dal suo divano.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com