martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Indovina chi viene a cena ad Agosto

LETTERATURA

Stefano Benni

“Io ti amo
e se non ti basta
anche le nuvole catturerò
e te le porterò domate
e su te piover dovranno
quando d’estate
per il caldo non dormi
E se non ti basta
perché il tempo si fermi
fermerò i pianeti in volo
e se non ti basta
vaffanculo.”

Da Ti Amo, Ballate

Johann Wolfgang von Goethe

 

Edoardo – daremo questo nome a un ricco barone nel fiore dell’età virile – aveva trascorso l’ora più bella di un pomeriggio d’aprile nel suo vivaio, per innestare su giovani tronchi delle marze ricevute da poco. Il lavoro era appena terminato. Egli riunì gli attrezzi e li ripose nella custodia. Mentre osservava soddisfatto la propria opera, arrivò il giardiniere, che sorrise compiaciuto per la collaborazione e lo zelo del padrone.
“Hai per caso visto mia moglie?” domandò Edoardo mentre s’accingeva ad andarsene.
“Laggiù nell’area nuova” rispose il giardiniere. “Finiranno oggi la capanna di muschio che la signora ha fatto costruire a ridosso della parete di roccia, di fronte al castello. È riuscito tutto molto bene e piacerà senz’altro a Sua Grazia. C’è una vista stupenda: sotto il paese, un po’ a destra la chiesa – e si riesce quasi a vedere al di là del campanile –, di fronte il castello e i giardini.”
“È proprio vero” disse Edoardo. “A pochi passi da qui riuscivo a vedere gli uomini al lavoro.”

Incipit de Le affinità elettive

 MUSICA

Louis Armstrong

 

FILOSOFIA

Georg Wilhelm Friedrich Hegel

“La coscienza infelice è la coscienza di sé come dell’essenza duplicata e ancora del tutto impigliata nella contraddizione. Assistiamo così alla lotta contro un nemico, contro cui la vittoria è piuttosto una sottomissione: aver raggiunto un contrario significa piuttosto smarrirlo nel suo contrario. La coscienza della vita, la coscienza dell’esistere e dell’operare della vita stessa, è soltanto il dolore per questo esistere e per questo operare; quivi infatti come consapevolezza dell’essenza ha soltanto la consapevolezza del suo contrario, ed è quindi conscia della propria nullità. Da questa posizione essa inizia la sua ascesa verso l’intrasmutabile”.

Da La fenomenologia dello spirito 

CINEMA

Wes Craven

ARTE

Andy Warhol

 

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com