mercoledì , 18 ottobre 2017
Le news di Asterischi

Il Sarrabulho à moda do Douro di Antonio Tabucchi


 

«Non so, dissi io, si mangia sarrabulho nella tua storia?, così a prima vista mi sembra una storia che presuppone il sarrabulho

 Cuoco: La moglie del Signor Casimiro («gliel’ho detto un sacco di volte che non mi chiamo Casimira, il mio nome è Maria da Conceição.»)

 Romanzo: Requiem

 Ingredienti: «ora le dico gli ingredienti per un sarrabulho come Dio comanda, io non peso mai niente, faccio sempre a occhio, insomma, guardi,
ci vuole lombo di maiale,
il suo grasso,
lo strutto,
fegato di maiale,
trippa,
una bella tazza di sangue cotto,
una testa d’aglio,
un bicchiere di vino bianco,
una cipolla,
olio,
sale,
pepe
e cumino.»

Preparazione: «se il signore vuole fare un buon sarrabulho deve preparare la carne la sera prima, tagliare il lombo a spezzatino, in bocconcini regolari ben bene, e metterlo a marinare con l’aglio schiacciato, vino, sale, pepe e cumino, il giorno dopo si ritroverà una polpa tenera e con un buon profumo, a parte in una casseruola di coccio ci taglia il grasso del centopelli, cioè il grasso che tiene assieme la trippa, e lo fa andare a fuoco dolce, a fiamma bella forte mette a rosolare lo spezzatino nello strutto e poi lo lascia cuocere pian pianino. Una volta che la carne è quasi arrivata a cottura ci versa sopra la marinata della sera prima e lascia evaporare. Intanto taglia a pezzi la trippa e il fegato e li frigge nello strutto fino a che risultano ben dorati. A parte soffrigge nell’olio la cipolla tritata e aggiungere la tazza di sangue cotto. Poi mescola tutto nella casseruola e il sarrabulho è bell’è pronto, se le piace ci mette ancora un po’ di cumino e serve accompagnando con patatine, con polenta o con riso, io per me preferisco la polenta, perché è così che si fa al paese mio, ma non è obbligatorio.»

Provenienza:Douro, subregione del Portogallo.

 Opinione: «Era una delizia, un sapore di una raffinatezza estrema. Tadeus se ne accorse, ne fu felice e sorrise con gli occhi. È un piatto magnifico, dissi io, hai ragione, una delle cose più buone che ho mai mangiato in vita mia.»

 

(cds)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com