martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

I seriali di Piero

(Foto di Claudia Rifuggiato)

Con le donne, Piero, aveva un rapporto strano, morboso. Ne aveva bisogno per campare, quasi come si ha bisogno del lavoro, o di un giocattolo. Era raro che facesse disastri con loro: misurava tutto all’inizio con un’accuratezza infallibile. Possedeva delle schede con vari punteggi accoppiati a varie categorie. La sua donna ideale doveva avere 6 punti su 10 di intelligenza, 3 di originalità, 5 di ingenuità, 6/7 di bellezza, e infine una punta di antipatia, 4 0 5, che le permetteva di stare lontana dalla donna che sarebbe venuta dopo. Perché non si direbbe, ma il distinto professore di letteratura era un appassionato di seduzione. Con un paio di calcoli, facilitati dall’esperienza, aveva capito che a lui era possibile tutto, che difficilmente una creatura femminile (e maschile, per carità, Piero non era di certo maschilista) avesse standard tanto diversi da quelli sopra citati. L’unica cosa che non era mai riuscito a imparare ad arte era la fine. Quando e come doveva avvenire la separazione? Perché una donna, una volta stata con lui, doveva restare. Da qui a diventare un furbo Barbablù ne correva, e a lui del resto piaceva radersi per bene. Per questo ci mise molto per accettare la somiglianza con l’orco. Ma niente trucchetti e porte da non aprire; Piero aveva acquistato una casa in periferia e usava dei metodi che a noi non è permesso svelare, perché una cosa che non se ne andava mai era la paura, la paura di essere scoperto. Non parlava con nessuno ed evitava persino i romanzi gialli; si era convinto a un certo punto che anche uno di quei detective, guardandolo negli occhi mentre lui era intento a leggerlo, l’avrebbe incastrato. Loro erano così belle, come faceva ad accontentarsi di una sola, o peggio, a lasciarne andare anche solo una? Ma chi l’avrebbe capito? Fortuna che nella realtà gli investigatori non erano mai svegli ed eroici come nei libri.

(as)

Le altre puntate di Piero

I due autunni di Piero

Il taglia-incolla di Piero

(Racconti originariamente pubblicati sugli speciali di Asterischi)

 

 

 

 

Informazioni su Agata Sapienza

Agata Sapienza
Dopo studi e peregrinazioni varie non ha ancora capito dove vive, ma legge e traduce sempre e solo dal suo divano.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com