lunedì , 24 aprile 2017
Le news di Asterischi

Contro la stupidità dell’autorità. Marx, Milton e Diderot per la libertà di stampa

Giornata-mondiale-per-la-libertà-di-stampa

«Consistent with article 19 of the Universal Declaration of Human Rights, the establishment, maintenance and fostering of an independent, pluralistic and free press is essential to the development and maintenance of democracy in a nation, and for economic development».

Dalla Dichiarazione di Windhoek, 3 maggio 1991

Proprio oggi il World Press Freedom Day – la giornata mondiale della libertà di stampa – festeggia ventidue anni. Fu l’UNESCO a istituirla, a seguito di un’iniziativa nata da un gruppo di giornalisti riuniti a Windhoek, in Namibia. Il fulcro centrale di quell’evento fu, appunto, ribadire i principi fondamentali della libertà di espressione sancita dall’articolo 19 della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. I punti della dichiarazione furono decretati in una carta destinata a delineare il futuro, in tema di libertà di stampa, non solo degli stati africani ma anche del resto del mondo.

L’istituzione di questa giornata permette di evidenziare costantemente l’importanza della libertà di stampa considerata essenziale per lo sviluppo, democratico ed economico, dell’intera nazione.

A tal proposito, vi riportiamo di seguito tre pietre miliari da leggere o rileggere assolutamente.

diderot

Sulla libertà di stampa, Denis Diderot 

In questo libro Diderot esprime i suoi pensieri liberi, divertenti e amari prediligendo la forma epistolare. Il filosofo, con le sue considerazioni di carattere morale, i piccoli schizzi puntigliosi sulla società contemporanea, lo scherno nei confronti della bibliofilia e delle mode letterarie, riesce ad affrontare il tema senza però arrivare dritto al punto.

marx

Sulla libertà di stampa, Karl Marx

Il tema di questo libro fu uno dei primi che introdusse Marx al mondo della politica. Diviso in due saggi diversi ma complementari, l’autore si rifiuta di piegarsi all’ipocrisia e alla stupidità delle autorità che non permettono di concretizzare i pensieri liberi ponendo limiti alla scrittura. Nel primo saggio (censurato in Germania) si occupa del problema teorico dell’incompatibilità tra censura e libertà di stampa; nel secondo, invece, esamina nel concreto gli atteggiamenti dei  vari gruppi sociali sottolineandone i limiti.

milton

Areopagitica, John Milton 

Si tratta della famosissima orazione in difesa della libertà di parola contro l’ordinanza del Parlamento di limitare la libertà di stampa. L’autore scrisse mettendo a nudo i suoi pensieri, affermando “Non c’è virtù nell’evitare il peccato che non si conosce”. Il testo, inoltre, è stato coraggiosamente firmato anche se fu omesso il nome dell’editore.

Informazioni su Sara Adorno

Classe 1989. Laureanda in lingue si divide tra lavoro e studio. Appassionata di traduzioni, cinema, musica e libri, è un’inguaribile sognatrice. Spera un giorno di addentrarsi nel mondo dell'editoria.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com