giovedì , 17 gennaio 2019
Le news di Asterischi

Recensioni quasi

«Il ruolo del recensore è, in una ‘Repubblica delle lettere’, tanto benefico e necessario quanto odioso e spiacevole, come quello di un boia in uno Stato.»
Monthly Anthology, 1807

La poesia dei luoghi quotidiani – Totem di Daniele Zinni e Piergiorgio Sorgetti

tumblr_mxypqxdWwn1qde3kuo1_1280

  La commistione tra fotografia e narrativa è una sperimentazione artistica cara a noi di Asterischi.it, che qualche anno fa abbiamo proposto una serie di concorsi incentrati sull’idea che certe storie possano trovare una via per essere narrate proprio attraverso l’accostamento di immagini e brevissimi racconti. «Crollo dei simboli» (9 Agosto, Roma.) in un universo in cui gli scatti e le ... Continua a leggere »

La Versione di Asterischi – Il paradiso al primo piano di Tullio Pironti

cop

«Ci proverò. Racconterò, con semplicità, tutto quello che prima ho censurato». Così comincia la seconda tappa autobiografica di Tullio Pironti. Il titolo, Il paradiso al primo piano, ripreso da De André, è accompagnato in copertina da una foto di Jeanloup Sieff. L’amore, che Tullio ha censurato in Libri e cazzotti, diventa qui centrale. Tutto parte da una richiesta di Francesco ... Continua a leggere »

La Versione di Asterischi – Libri e cazzotti di Tullio Pironti

4_g.20091209221925

  Ci sono libri che sono contenitori. Quelli di Tullio Pironti Editore contengono da sempre storie e mondi reali e inventati. La prima tappa del nostro breve viaggio all’interno del catalogo della nota casa editrice napoletana riguarda proprio il libro contenitore per eccellenza; il suo libro. Pubblicato nel 2005 con un’affettuosa prefazione di Fernanda Pivano, Libri e cazzotti è la ... Continua a leggere »

La Versione di Asterischi – Nella zona proibita di Eduardo Ramos-Izquierdo

4760265_orig

            Scrivere sul doppio è una sfida che sorprende sempre, se non altro per l’inevitabile confronto con una tradizione letteraria e cinematografica ormai cristallizzata da tempo. «L’uomo non è autenticamente uno, ma autenticamente due», faceva dire Stevenson al suo Dr. Jeckill, «e alla fine sarà riconosciuto come una mera aggregazione di soggetti multiformi, incongrui e indipendenti fra di loro». Doppio ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com