domenica , 31 maggio 2020
Le news di Asterischi

Asterischi

Ci vuole molto tempo per diventare bambini

eye0001jp0

Ci vuole molto tempo per diventare bambini «Immaginazione non significa menzogna»: è quanto Joseph, Nouredine e Igor sentono ripetere continuamente dal loro terribile professore, Craistang, che non ha mai provato a svolgere i compiti che assegna ai suoi alunni. Uno scherzo scoperto a cui segue l’immancabile punizione, un tema da svolgere per il giorno dopo: «Una mattina ti svegli e ... Continua a leggere »

La danza della morte

The-Grim-Reaper_Paul-Kline

di Belén Iglesias Martínez (Traduzione a cura di Agata Sapienza) Articolo originale pubblicato sulla rivista culturale spagnola Revista Mito l’1 novembre 2013 (Las danzas de la muerte )   La rappresentazione artistica della morte all’epoca della peste nera   La danza della morte, o danza macabra, è un genere artistico che sorge alla fine del Medioevo come allegoria della fugacità della vita, in ... Continua a leggere »

Gli Speciali di Asterischi #12 – Vite Spaziali

vite spaziali

Si leggono in obliquo, di lato, in alto e di traverso. Sono gli Speciali cartacei di Asterischi.it. Scaricate, stampate e leggete… Il dodicesimo speciale è il nostro fiore sulle lapidi dei grandi pionieri dell’astronautica, perché oggi lo spazio non serve più a immaginare straordinarie avventure e incontri speciali. Un inserto per commuoversi pure un po’, perché a essere tutti soli ... Continua a leggere »

Buon compleanno Helmut Newton (31/10/1920)

Helmut Newton

«Il mio lavoro di fotografo ritrattista è sedurre, divertire, intrattenere.» (citazione di H. Newton tratta dal libro di Laura Avery, Newsmakers, 2002, traduzione a cura di Asterischi) -  – Monica Bellucci per Blumarine, 1993 «È interessante confrontare i costumi europei con quelli americani. Qualcuno dirà che la maggior parte delle mie immagini europee hanno un forte carattere sessuale, molto più ... Continua a leggere »

Virginia Woolf e Katherine Mansfiel: due voci a confronto

VIRGINIA WOOLF

  “Nulla da registrare; solo un intollerabile attacco della mia smania di scrivere. Eccomi incatenata alla roccia; costretta all’inattività; condannata a lasciare che ogni ansia, dispetto, irritazione, ossessione continui ad artigliarmi e a rodermi e ad andarsene e a ritornare. Questo è un giorno in cui non posso camminare e non devo lavorare. Qualunque libro io legga mi ribolle in ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com