domenica , 21 aprile 2019
Le news di Asterischi

Le città invisibili

«È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.» (Italo Calvino)

Mappamondo di luoghi veri e finti della letteratura.

Le città invisibili – Greensburg

Nome ufficiale: Greensburg Esploratore: Irene Grandi Origini:  «Accade che una supernova nell’universo in espansione, mandò gli Dei in esplorazione alla ricerca di una stella nuova prima dell’esplosione millenni di navigazione nel vuoto senza direzione poi non fu più sogno solo mondo e magra luna erano arrivati a destinazione» Abitanti: «Noi siamo Dei caduti qui quando una stella morì» «Non siamo ... Continua a leggere »

Le città invisibili – L’isola che non c’è

  Nome ufficiale: L’isola che non c’è Esploratore: Edoardo Bennato Attitudine: «non c’è mai la guerra» Come raggiungerla: «Seconda stella a destra, questo è il cammino E poi dritto, fino al mattino Poi la strada la trovi da te Porta all’isola che non c’è» Abitanti: «non ci sono santi, né eroi, né ladri» Abitanti non ammessi nell’isola: chi è saggio ... Continua a leggere »

Le città invisibili: Londra Sotto

Nome: «Londra Sotto» Geografo: Neil Gaiman Esploratori: Richard Mayhew e Lady Porta L’entrata: «Richard si mosse, cominciando a scendere la scaletta di metallo posta nel muro al di sotto del tombino, sentendosi in acque così profonde per le sue possibilità da avere bisogno di un batiscafo per potere rivedere la superficie. Richard si chiedevo dove fossero. Non sembrava una fogna. ... Continua a leggere »

Le città invisibili – R’ lyeh

  Nome ufficiale: R’lyeh luogo geografico: Oceano Pacifico forma di governo: assente conformazione: impossibile da calcolare essendo strutturata da geometrie non euclidee descrizione: «superfici troppo grandi per appartenere a qualunque oggetto terrestre e detestabili per le immagini e i geroglifici di cui sono coperte [...] sbarcarono sulla riva fangosa che si stendeva davanti all’acropoli d’incubo e si arrampicarono sui blocchi ... Continua a leggere »

shared on wplocker.com