martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Cambia, todo cambia, ma Mercedes c’è, e si sente

Anche un’artista così grande come Mercedes Sosa deve la sua fama in Italia a un intermediario non esattamente vicino alla musica. E abbiamo poco da lamentarci, sempre meglio di non averla mai conosciuta, no?

Nanni Moretti le fa giustizia nel modo più dolce e questa è forse una delle scene che più ci rimangono impresse di Habemus Papam. Siamo un po’ in ritardo, visto che la mamma della musica latinoamerica raggiunge la fama nel 1965, ma i suoi contatti con l’Italia e con la nostra musica non sono affatto pochi, e Pavarotti, Bocelli e Dalla si sono presi l’onore di scoprirlo. Sorridiamo di fronte alla sua Caruso e alla sua O bella ciao, e sentiamo anche noi un po’ di quell’affetto che gli argentini prima e tutto il mondo ispanoamericano poi hanno provato verso di lei.

Di una cantora come Mercedes Sosa possiamo dimenticare la data di morte, perché è la cosa della sua vita che meno ci tocca. Ma non quella di nascita (proprio oggi, nel 1935) perché alcune cose, quando cominciano, non finiscono.  E nonostante abbia dedicato la sua vita a prendere in prestito parole di altri, noi abbiamo dentro la sua voce, e a guardarla, non possiamo non sentirci dentro il suo abbraccio.

(as)

Informazioni su Agata Sapienza

Agata Sapienza
Dopo studi e peregrinazioni varie non ha ancora capito dove vive, ma legge e traduce sempre e solo dal suo divano.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com