lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Woody Allen (01/12/1935)

«Non voglio raggiungere l’immortalità attraverso le mie opere; voglio raggiungerla vivendo per sempre. Non mi interessa vivere nel cuore degli americani; preferisco vivere nel mio appartamento.»

Da un’intervista rilasciata a The Observer nel 2001

«Di tutti gli uomini famosi mai vissuti, quello che di più mi sarebbe piaciuto essere è Socrate. Non tanto perché era un grande pensatore, dato che io stesso sono noto per aver avuto delle pensate discretamente profonde, anche se le mie ruotano invariabilmente attorno a una hostess svedese e a delle manette.»

Da La mia apologia

«Si sono geloso un pochetto, come Otello!»

Da Io e Annie

«Cè una vecchia storiella. Due vecchiette sono ricoverate nel solito pensionato per anziani e una di loro dice «Ragazza mia il mangiare qua dentro fa veramente pena.» e l’altra «Sì è uno schifo, ma poi che porzioni piccole!». Bè essenzialmente è così che io guardo alla vita: piena di solitudine, di miseria, di sofferenza, di infelicità e disgraziatamente dura troppo poco. E c’è un’altra battuta che è importante per me. è quella che di solito viene attribuita a Groucho Marx ma che credo dovuta in origine al genio di Freud e che è in relazione con l’inconscio; ecco dice così -parafrasandola- «Io non vorrei mai appartenere a nessun club che contasse tra i suoi uno come me» È la battuta chiave della mia vita di adulto in relazione alle mie relazioni con le donne.»

Da Io e Annie

«Chi disse “Preferisco avere fortuna che talento” percepì l’essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo. A volte in una partita la palla colpisce il nastro e per un attimo può andare oltre, o tornare indietro. Con un po’ di fortuna va oltre. E allora si vince. Oppure no, e allora si perde»

Da Match Point

«Quanto all’amore, cosa volete che vi dica? Mi spiego, non è la quantità dei tuoi rapporti sessuali che conta, ma la qualità. D’altro canto, se la quantità scende al di sotto di una volta ogni otto mesi, è il caso di farsi dare una controllatina. E questo è, più o meno, tutto.»

Da Amore e guerra

Nota:

«Woody Allen. Mi piace perché è più brutto di me.»

Ringo Starr

Nessuno ci sa far ridere quanto Woody Allen, forse perché, quasi come nelle commedie greche, la risata è sempre figlia di battute intelligenti, mai volgari né scontate.

Anche se alcuni criticano la svolta più intimista degli ultimi anni, che lo ha portato a sperimentarsi in nuovi generi, il marchio di fabbrica della sua opera è sempre ben presente. L’occhio del regista continua ad essere, senza troppe pretese, indagatore della società odierna, dei suoi stereotipi, delle sue follie, dei suoi drammi.

(lm)

 

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com