sabato , 19 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon compleanno Will Eisner (06/03/1917)

 

 

«Per tutto il giorno una pioggia scrosciante si abbatté sul Bronx, senza pietà.

Le fogne strariparono, le loro acque inondarono i marciapiedi.

Il caseggiato al n. 55 di Dropsie Avenue parve sul punto di staccarsi da terra e scivolare via nel turbinio della corrente. “Come l’Arca di Noè”, si disse Frimme Hersh mentre fradicio si trascinava verso casa.

Solo le lacrime di diecimila angeli potevano scatenare un simile diluvio! E, a pensarci bene, forse erano proprio angeli … Dopotutto quello era il giorno in cui Frimme Hersh aveva sepolto sua figlia Rachele.

A volte capita: un padre cresce una figlia con amore e dedizione solo per perderla … colta dalle sue braccia, come un frutto, da una mano invisibile. La mano di Dio. Succede a tanti, ogni giorno.

… ad altri, magari …

E perché non a Frimme Hersh? Bella domanda!

A Frimme Hersh non doveva succedere perché Frimme Hersh aveva un contratto con Dio! E un contratto è un contratto!»

«Con Il Complotto per la prima volta non ho usato il fumetto per raccontare una storia inventata. Stavolta ho tentato di impiegare questo potente mezzo di comunicazione per affrontare un tema che ha un’importanza fondamentale nella mia vita.

I miei genitori erano immigrati ebrei. Sono cresciuto durante la Grande Depressione e ho conosciuto il pregiudizio: dolorosi incidenti e le umiliazioni che all’epoca spesso capitavano agli ebrei nella società in cui vivevamo.

[…] Nei tardi anni Trenta, essendo uno studente universitario di tendenze radicali, mi interessai agli stratagemmi con cui gli antisemiti diffondevano il proprio messaggio. […] La mia ricerca continuò per quasi vent’anni; non molto tempo fa mi imbattei in una traduzione inglese dei Protocolli dei Savi di Sion, un documento, si spiegava, scritto dai leader della comunità ebraica internazionale, che descriveva nel dettaglio la cospirazione mediante la quale gli Ebrei intendevano conquistare il mondo.»

«Credo che, malgrado questo coraggioso non comic ma tragic book  di Will Eisner, la storia non sia ancora finita. Però vale la pena di continuare a raccontarla, per opporsi alla Grande Menzogna e all’odio che essa continua a incoraggiare»

Umberto Eco, dalla prefazione a Il Complotto

 

Nota:

Will Eisner è universalmente considerato come il più grande autore di fumetti mai esistito. A lui si deve la rivalutazione dei fumetti come arte vera propria, non inferiore ma alternativa alla letteratura; la stessa definizione di graphic novel, romanzo illustrato, si deve ad Eisner.

Narratore geniale ed eclettico, le sue opere spaziano dalla detective story, con The Spirit, alla rappresentazione della vita di New York, con particolare attenzione rivolta alle comunità ebraiche e alle minoranze etniche in generale. La sua ultima opera, pubblicata pochi mesi prima della sua morte, traccia la storia dei Protocolli dei Savi di Sion, un testo che, insieme all’hitleriano Mein Kampf, ah avuto un ruolo centrale nella propaganda antisemita dell’inizio del Novecento.

A lui è dedicato, dal 1987, il prestigioso premio assegnato nel campo del fumetto statunitense, chiamato per l’appunto Eisner Award.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com