martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Vitaliano Brancati (24/07/1907)

«Cosa farà dunque l’uomo comune per provare l’ebbrezza del genio? Farà massa. Così, urlando lo stesso urlo insieme a centomila altri, crederà che l’umanità intera parli dalla sua bocca spalancata. Egli si sentirà non uno (per usare il linguaggio di certi letterati sofistici), ma tutti quelli che sono nella piazza, come il genio non si sente più lui, ma tutta l’umanità quando produce qualcosa di universale. Come il genio. Ma che triste scimmiottatura! La somiglianza è meno che apparente. »

Da L’uomo  a molla

 

«In verità l’antipatia verso i ricchi, alla quale egli si abbandonava con tutto il cuore, era assai più debole dell’odio verso i ricchi che io riuscivo a comprimere ogni minuto, per quel dovere, che ho sempre sentito, di non odiare nessuno. »

Da Mio figlio mi pedina

 

«Ed ecco i miei Siciliani, ecco fra questi i più cari a me, coloro che, sulla fine della vita dubbiosa, o nel mezzo di essa per una semplice incipiente mania, tendono l’udito al di sotto della papalina di velluto o del berretto di lana o del fazzoletto con le quattro cocche annodate, lo tendono al di là della soffitta ove il topo va rotolando da un capo all’altro come una palla [...] e cerca e fruga e rovista finché non trova, fra i più leggeri e aerei rumori della terra, un rumore anche più leggero e aereo: il sospiro di un caro morto.»

Da Passo del silenzio, Il vecchio con gli stivali

 

«Ma sulla terra piena di misteri, il vivente più misterioso è l’uomo brutto.»

Da Il bell’Antonio

 

«Malintesi? E non sono tutte le nostre gioie basate su dei malintesi e su degli errori?»

Da Trampolini che si imbatte in una donna alle soglie del Giardino Bellini

«”Rara avis!” rispose il vecchio avvocato, non da altro spinto che dal desiderio di pronunciare all’aperto, e con voce cavernosa, quella frase imparata due ore avanti e che, in quel buio, fra il confuso incombere dei comignoli e il luccichio delle ringhiere bagnate di luce stellare, non significava proprio nulla. “Rara avis” Me ne compiaccio e me ne felicito immensamente!”»

Da Il bell’Antonio

 

Nota:
Quando un uomo sceglie di allontanarsi da tutti i fronti politici e sociali, il suo genio e tutto il suo lavoro non bastano a fare in modo che ci si ricordi di lui. Vitaliano Brancati ne è esempio. Ma ci piace pensare che è esattamente così che volesse lui: sapere che qualcuno riesca a leggerlo, trasparente. Qualcuno, ma non tutti.

 

(as)

Informazioni su asterischi

asterischi

2 commenti

  1. Uno dei miei scrittori preferiti, che di tanto in tanto rileggo.
    Col vostro lo riprenderò.

  2. è vero. Ed è bello trovare citazioni da così tante opere diverse e non dalla solita a cui si associa di solito il suo nome. Grazie per l’approfondimento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com