giovedì , 14 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Vincent Voiture (24/02/1597)

«Mia Signora, essendo la preposizione “car”di una così grande considerazione nella nostra lingua, approvo al massimo il risentimento che avete del torto che gli si vuol fare, e non posso ben sperare nell’Accademia di cui mi parlate, vedendo che essa vuole imporsi con una violenza così grande. In un tempo in cui il caso agevola la rappresentazione di tragedie in tutta Europa, è così pietoso vedere che si è pronti a cacciare e fare il processo ad una parola che ha così utilmente servito questa monarchia e che, in tutti gli screzi del reame, si è sempre mostrata puramente francese. Io personalmente, non riesco a comprendere quali ragioni potrebbero aizzare contro una parola che cammina sempre accanto alla ragione, e che non ha altro incarico che d’introdurla. Non so per quale interesse tengano a togliere a “car” ciò che le appartiene per darlo a “pour ce que”, né so per quale motivo vogliono dire con tre parole quello che possono dire con tre lettere. Ma ciò che bisogna più temere, mia signora, è che, dopo questa ingiustizia, se ne faranno altre. Non si faranno problemi ad attaccare il “mais”, e non so se il “si” rimarrà al sicuro. In modo che, dopo averci tolto tutte le parole che legano le altre, gli “intellettuali” ci vorranno ridurre al linguaggio degli angeli o, se questo non sarà possibile, ci obbligheranno a parlare a gesti. Certo, confesso che è vero ciò che voi dite, che non si può conoscere meglio l’incertezza umana con nessun esempio. Se mai qualcuno mi avesse detto, qualche anno fa, che avrei vissuto più tempo di “car”, avrei creduto che mi avessero promesso una vita più lunga di quella dei sovrani. Tuttavia, succede che dopo aver vissuto millecento anni, pieni di forza e di credito, dopo essere stato impiegato nei più importanti trattati, e assistito sempre onorabilmente nel consiglio dei re, cade improvvisamente in disgrazia ed è minacciato di una fine violenta. Non aspetto altro che di sentire in giro le solite voci lamentevoli che diranno: “il grande “car” è morto, e né la morte del grande Cam, né del grande Pam mi sembravano così importanti, né così strane”. Con tutto ciò, confesso che sono stato stupito di vedere quanto le vostre bontà siano bizzarre e quanto trovo strano, mia signora, che voi che lascereste perire cento uomini senza averne pietà, non possiate veder morire una sillaba. Se voi aveste avuto tanta preoccupazione di me così come ne avete del “car”, sarei stato molto felice malgrado il mio destino avverso. La povertà, l’esilio e il dolore mi avrebbero appena toccato. E se voi non mi aveste potuto togliere questi mali, mi avreste almeno tolto il sentimento…»

Défense de car

Traduzione a cura di Asterischi (mc)

Nota:

Animatore dei più grandi salotti francesi, Vincent Voiture incarna la figura dell’intellettuale della “préciosité” per eccellenza: gentile corteggiatore, abile conversatore e ingegnoso poeta. Fu accolto a corte e al celebre “Hotel de Rambouillet”, uno dei salotti parigini più in voga dell’epoca, in quanto definito dai nobili un “grande intrattenitore”.

(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com