martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Uto Ughi (21/01/1944)

 

«È un successo che ci spinge ad andare avanti perché la musica è un grande veicolo di pace, di cultura, di sensibilità. Ma ancora troppa è la distanza tra i giovani e la grande musica, ancora molto c’è da fare e lo faremo.
Ne hanno bisogno i nostri giovani, il nostro paese, il nostro futuro.
»

in occasione del Festival “Uto Ughi per Roma” svoltosi da 27 settembre al 15 ottobre 2010

«In Austria, in Germania, far musica tra amici alla domenica è usanza molto diffusa. Da noi si va alla partita. Del resto in Germania ci sono 125 orchestre da noi 25.»

Dall’intervista di Giuseppina Manin, Uto Ughi: troppi danni alla musica, apparsa sul Corriere della Sera del 10 ottobre 2004

«I responsabili sono sempre di nomina politica e la mediocrità viene premiata. Per questo bisogna avere il coraggio di dire che le persone che ora amministrano la vita musicale sono inadeguate.»

Dall’intervista di Simone Mercurio, S.Cecilia Gran Finale con Beethoven di Ughi, apparsa su Il Giornale del 29 maggio 2009

«Stanno sistematicamente diseducando il pubblico. Se i giovani frequentano poco la classica non è certo colpa loro, nessuno gliel’ha mai fatta neanche sentire.»

Che opinione ha di Allevi come esecutore? «In altri tempi non sarebbe stato ammesso al Conservatorio».

«Il suo successo è il termometro perfetto della situazione del Nostro Paese: prevalgono sempre le apparenze».

dall’intervista di Sandro Cappelletto apparsa sul quotidiano La Stampa del 24/12/2008

Note:

Uto Ughi è uno dei maggiori esponenti della scuola violinistica italiana, nonché uno dei massimi interpreti a livello internazionale in materia di violino. Genio precoce, ai 7 anni già esegue Bach e alcuni Capricci di Paganini, e a 12 si esibisce al Teatro Lirico di Milano.

Ughi è l’artista che riprende il filo d’oro della tradizione violinistica italiana tessuto da Paganini in poi, proponendosi come autentico emblema del Maestro: virtuoso, stimatissimo, e strenuo difensore dei valori tradizionali della musica classica. Discrezione, umiltà e devozione totale alla musica sono i sottesi principi trasmessi dalla sua musica e dalle sue parole. Nel suo repertorio campeggiano magistrali interpretazioni di concerti di Cajkovskij, Mozart, Brahms, Viotti, Vivaldi; capricci di Paganini e sonate di Bach.

Tra i più grandi violinisti di tutti i tempi. Ambasciatore della musica.

 (ct)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com