sabato , 29 aprile 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Tristan Corbière (18/07/1845)

foto di Tristan Corbiere

«Mi fu galleggiante la mia culla, fatta come il nido dell’uccello che cova le sue uova sull’onda. Il mio letto d’amore fu un’amaca e, fra poco, mi aspetto un sacco zavorrato con un pietrone per farlo affondare».

da Gli amori gialli, Gente di mare

«La morte la conosceva bene ma non ne aveva più voglia, risputato dalla morte, risputato dalla vita, mangia cose umane oro, escrementi, piombo, amborsia, oppure niente – quello che trova»

da Gli amori gialli, Il rinnegato

«Un poeta dopo aver cantato, smontato, vide la sua Musa quasi ubriaca rotolare verso il basso della sua nube di cartone, su dei brandelli di carte e di stracci. Incollò il suo viso ai vetri della sua vicina, per presentarle le sue scuse di aver fatto ‘Oh, ma non apposta”‘ il suo mostruoso libro vergognoso. ‘Ma voi eravate, dunque, completamente ubriaco?’ ‘Ubriaco di voi!»

da Gli amori gialli, A Marcelle – Il poeta e la cicala

Nota

Édouard-Joachim Corbière, come sancisce lui stesso adottando lo pseudonimo “Tristan”, è figlio infelice e malato di uno scrittore di feuillettons.

Vagabonda per la Bretagna, dedicandosi alla poesia, eccedendo in stravaganze, in Bretagna soprannominalo per la sua magrezza “lo spettro della morte”, leggendo avidamente Baudelaire e i maestri del decadentismo.

Ama il mare e una giovane attrice, sua concubina e musa ispiratrice. Pubblica una sola raccolta, Les Amours jaunes (Gli amori gialli), senza ottenere però alcun successo durante la sua breve vita.

Gli viene reso omaggio postumo da Verlaine e dall’americano Lovecraft.

Informazioni su Silvia Dini

Silvia Dini
Ligure, con un'attrazione fatale per la comunicazione e la tecnologia. E le storie aurasmagoriche.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com