martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Thom Yorke (07/10/1968)

 

« …Ma sono ripugnante,
Sono uno strano
Che diavolo ci faccio qui?
Questo posto non mi appartiene.
Non m’importa se fa male
Voglio avere il controllo
Voglio un fisico perfetto
Voglio un’anima perfetta
Voglio che tu te ne accorga
quando non sono in giro
Sei così dannatamente speciale
Anch’io vorrei essere speciale.»
Creep
«…Lei sembra una cosa reale
Lei sa di reale
Il mio finto amore di plastica
Ma non posso evitare di sentirlo
O potrei esplodere attraverso il soffitto
Se solo mi voltassi e fuggissi
E questo mi consuma
Mi consuma
Se potessi essere chi vuoi tu…»
Fake Plastic Trees
« Io voglio
Voglio essere qualcun altro altrimenti esploderò…
Mi vuoi?
Bene caz** vieni e trovami
ti aspetterò con una pistola e dei panini
e niente altro
Mi vuoi?
Bene, vieni butta giù la porta
Mi vuoi?
Caz**, vieni e butta giù la porta
Sono pronto »
Talk Show Host
« Un cuore stracolmo come una discarica
Un lavoro che lentamente ti uccide
Ferite che non guariranno.
Sembri così stanco-infelice
Rovescia il governo,
Loro non lo fanno,
Loro non parlano per noi.
Mi farò una vita tranquilla,
una stretta di mano di monossido di carbonio,
Senza allarmi o sorprese ».
No Surprises
« In poco tempo
Me ne sarò andato
Il momento è già passato
Già, è andato.
E io non sono qui
Questo non sta succedendo
Non sono qui
Non sono qui »
How to disappear completely
« Non sto vivendo
Sto solo amazzando il tempo»
True love waits
« Solo perchè lo senti non significa che sia lì.
… Noi siamo incidenti
che aspettano di accadere.»
There there
Traduzioni a cura di Asterischi (ss)

Creep, o secondo Yorke il loro “buon ronzio di frigorifero”

Analyse Live at Mercury Prize 2006
Nota:
Thomas Edward Yorke è il volto, la voce e l’anima dei Radiohead. La musica lo accompagna per tutta la sua vita, un po’ come la stessa band che, anche se nata con il nome di On A Friday, resta sempre fatta dello stesso gruppo di ragazzini conosciuti a scuola. Il successo però non gli da mai alla testa, anzi afferma:
« Non c’è niente di più noioso di una rock’n'roll star. Una persona che è in giro da 10 anni, che aspetta attenzioni ovunque egli vada, comportandosi da stupido, che è odioso, incoerente, privo d’idee e con un grande ego. Non c’è niente di più insensato.»
Thom Yorke. Da www.justradiohead.com
Più volte “scappato” dalle scene, infatti, sembra anche che abbia provato a lavorare nel campo immobiliare per stare più vicino alla famiglia e un po’ meno alle telecamere, anche se, per fortuna dei suoi numerosissimi fans, è sempre tornato umilmente all’ovile riconoscendo di essere in effetti un privilegiato (ma và?!).
Probabilmente se si fosse affermato ai giorni nostri sarebbe stato catalogato subito tra i nuovi “emo” della musica rock/elettronica, forse per il suo pathos, per la sua aria da disadattato in lotta con il mondo; Thom tuttavia lotta sì con il mondo, ma per farne parte – a modo suo s’intende -, cerca di comprenderlo e ne stratifica le varie parti nelle sue canzoni dove non sai mai dove si ferma la metafora e inizia la politica, o semplicemente se racconta di sé o dei suoi libri preferiti.
Segni particolari: Blefaroptosi della palpebra sinistra, teneramente inconfondibile.

(ss)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com