sabato , 19 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Salma Hayek (02/09/1966)

«La cosa più grande che Frida ha portato nella mia vita è stata la pace. Mi appassiono ancora alle cose, ma la mia passione non è così dispersiva e non è affatto bisognosa. E’ al contrario molto più potente poiché viene dalla stabilità e dalla pace. Viene dal processo, non dal risultato.»

da Conversation with Salma Hayek (2002)

«Come si distingue il tuo vero sogno dal quello che stai sognando perché la gente ti ami? La differenza è molto semplice. Se godi del processo, è il tuo sogno. Se stai sopportando il processo, disperandoti per raggiungere il risultato, è il sogno di qualcun altro.»

«Volevo vincere l’Oscar per una ragione specifica – per mandarlo alla Frida Kahlo House in Messico, dove la stessa Frida viveva una volta. Volevo che ogni messicano che passasse per quel museo ricordasse ciò che mi ha motivato a fare questo film, a sognare questo sogno, aveva a che fare interamente con il luogo da dove provengo – e non ho smesso di sognare fino alla fine del film. Ma il sogno era il film, non l’Oscar.»

«Tutti quanti parlano di quanto i registi possano essere tormentati. Non mi ha mai divertito tanto altra cosa in vita mia!»

da un’intervista di Opra Winfrey per O Magazine (settebre 2003)

Nota:

Salma Hayek rappresenta (assieme a Jennifer Lopez, e prima dell’esplosione dell’astro Penélope Cruz) la prima ondata di colore sudamericano che ha invaso Hollywood: la stessa attrice messicana ha discusso dei propri problemi di inserimento nel cinema che conta, tanto per via delle carenze linguistiche quanto per questioni di stereotipi culturali. Pupilla indiscussa di Robert Rodriguez, braccio destro di Quentin Tarantino, ha realizzato con lui Four Rooms, o Desesperado e Dal tramonto all’alba, legandosi ad Antonio Banderas in memorabili sequenze dalla spiccata sensualità ispanica. Ma Frida è il nome a cui più in assoluto è legata la Hayek: l’interpretazione del personaggio della pittrice messicana è intensa e immaginifica, tanto da valerle Oscar e Golden Globe. La Hayek è un’icona di sensualità, una bandiera del fascino sudamericano, ma il suo lavoro di voce narrante nel celebre documentario Home e il suo corrente impegno come doppiatrice la rendono un’attrice completa, capace di esprimersi anche prescindendo dalla fisicità.

(ct)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com