martedì , 12 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Robert De Niro (17/08/1943)

robert-de-niro

«Mi piace moltissimo Franco Franchi. Quando giravo in Sicilia il secondo Padrino, ho visto un suo film, “Ultimo tango a Zagarolo”. Era straordinario.»

«Secondo un nuovo sondaggio, le donne dicono che si sentono più a loro agio spogliandosi davanti agli uomini che non davanti alle donne. Dicono che le donne giudicano troppo, mentre, naturalmente, gli uomini sono semplicemente grati.»

«Si pratica la violenza a Chicago, certo, ma non da me e neppure dagli uomini che lavorano per me e sapete perché? Perché non è mai un buon affare.»

Da Gli intoccabili (1987)

«Ma ti dico che devi dar retta ai segnali. Quando la vita ti manda un momento come questo è un peccato se non l’afferri. Ti dico, è un peccato se tu non l’afferri. Ti perseguiterà sempre, come una maledizione. Hai una grande sfida da affrontare e proprio adesso in questo momento, proprio qui, quella ragazza ti ama, ti ama davvero. Mi raccomando non fare puttanate.»

Da Il lato positivo (2012)

Tratto da Il Padrino – Parte II (1974)

Tratto da Taxi Driver (1976)

Tratto da Ti presento i miei (2000)

Nota:

«Sì, De Niro era il tipo d’uomo che mi piace. Ma gli ho resistito ed è diventato un amico. Le donne non sanno cosa si perdono cedendo a coloro che le corteggiano. Quando non si cade nella trappola della facilità, si instaura un altro tipo di rapporto, basato sulla complicità. È una relazione più duratura e molto più forte.» (Claudia Cardinale)

«Non trovo l’uomo adatto per il mio prossimo film, vuoi leggere il copione?» (Quentin Tarantino)

Cresciuto nel quartiere di Little Italy, Bob si considera un italo-americano, ricevendo solo nel 2007 la cittadinanza italiana. La maestosità della sua carriera cinematografica fa di lui un Boss del settore.

Icona di trasformismo e versatilità, è celebre per i suoi ruoli da duro, ma ha sempre avuto un debole anche per le parti brillanti, fino alla svolta comica degli anni ’90, da Terapia e pallottole in poi.

Da sempre è un modello di perfezionismo e professionalità.

De Niro ha lavorato con i più grandi registi degli anni settanta e ottanta (Coppola, De Palma, Leone, Cimino, Scorsese), dando volto a film e personaggi ormai epici: Noodles di C’era una volta in America, il giovane Vito Corleone di Il Padrino – Parte Seconda (che gli valse l’Oscar come miglior attore non protagonista nel ’75), Al Capone degli Intoccabili. Attore feticcio di Martin Scorsese, con lui ha portato sul grande schermo l’inquietante Taxi Driver Travis Bickle, oltre al già citato pugile Jack La Motta di Toro scatenato (ma anche il Jimmy Conway di Quei bravi ragazzi e Sam Asso Rothstein di Casinò). Intensissimo nei panni del redento Rodrigo Mendoza di Mission (Palma d’oro a Cannes nel 1986) è stato anche il combattuto padre Bobby Carillo di Sleepers.

Nella sua carriera sono ben 7 le candidature all’Oscar, vincendolo in due occasioni, nel 1975 (come attore non protagonista) e nel 1981.

Non si è dedicato solo alla recitazione, nella sua carriera sono presenti anche lavori da regista e produttore, accompagnando il tutto con la partecipazione alla realizzazione del TriBeCa Film Center, un festival cinematografico per la città di New York, in risposta agli attentati dell’11 settembre 2001 al World Trade Center. Oggi è divenuto uno degli eventi cinematografici mondiali di maggiore rilievo.

In Italia abbiamo imparato a riconoscerlo grazie alla voce possente del suo doppiatore per eccellenza, Ferruccio Amendola. 

Informazioni su Sara Adorno

Classe 1989. Laureanda in lingue si divide tra lavoro e studio. Appassionata di traduzioni, cinema, musica e libri, è un’inguaribile sognatrice. Spera un giorno di addentrarsi nel mondo dell'editoria.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com