lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Piero Pelù (10/02/1962)

« Guerre di eroi
Tradite senza pieta`
E svanite nei secoli
Scatti ai nervi e sensi che
Le ombre dei sogni scuotono

 Tradire e fuggire
E’ il ricordo che restera`

Eroe nel vento
E’ la noia che scava dentro me »
da Eroe nel vento
« Alla mia anima persa Marlene
Suona la ribeca
Ed ogni uomo Grida: “Pace a noi!”
Ma noi restiamo soli di fronte all’ odio
Invincibile
Impalpabile per noi
Li chiamerai
Grida di piu`
“Lulu` Marlene”
Persi nell’ eco
Nel cielo finto
Che li avvolgera`»
da Lulù e Marlene
«Tutto e`lontano
La gioia e la malinconia
E ogni pensiero non ha piu` peso dell’ aria
Che si confonde in me
Quando tutto e` qui, quando tutto e` fermo
Non chiedo pieta`, chiedo di lasciare che tutto passi
Perche` non so piu` amare!
Io, scatto senza volo!
Io, cuore senza amore!
Io, re del mio silenzio.»
da Re del mio silenzio
«In non ho mai incontrato Dio
Ma conosco un’ altra verita`
Trallallerolla`
Io sono come Dio
E gli uomini li rifarei come ora
Occhi per non vedere, bocche per non parlare

Io pazzo come… come Dio
Vi farei morire di paura
Promettendo l’ inferno o la pieta`»
da Come un Dio
«Il genere umano è passato
dalla lotta alla lotteria pian piano
nemmeno se ne accorge che vive di
favole favole…
parabole parabole… »
da Tutti Fenomeni
«C’era una volta la mia vita
c’era una volta la mia casa
c’era una volta e voglio che sia ancora.
E voglio il nome di chi si impegna
a fare i conti con la propria vergogna.
Dormite pure voi che avete ancora sogni, sogni, sogni
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
E dico si al dialogo
perchè la pace è l’unica vittoria
l’unico gesto in ogni senso
che dà un peso al nostro vivere ».

Il mio nome è mai più Insieme a Jovanotti e Ligabue per Emergency

Lulù e Marlene

Il mio corpo che cambia

Stay with Me Cover duettata con Mina

 
Nota:
Dicono che il successo sia una meteora che segue le leggi della pop-olarità, le spietate regole della moda. Ma da cosa è dettata la moda del momento se non dal “momento”? Le guerre, le tensioni politiche, l’impegno solidale e la denuncia, la cultura trovano sempre spazio preponderante in questo vortice di news e gossip che travolge la quotidianità. E i liftiba sono stati proprio questo: denuncia, impegno e tragica intima poesia in una cornice di rock quando spietato quando ricercato. Piero Pelù avrà pure l’immagine dello stereotipato cantante rock maledetto cercaguai, ma nessuno come lui in Italia, a partire dagli anni ’80, è riuscito ad incidere così tanto sulla musica come sulle coscienze del suo pubblico. Dalla condanna alla violenza di stato al ricordo dei desaparecidos, dalla ferma opposizione alla mafia, alla pena di morte, al razzismo, e poi ancora la guerra in Kosovo, la campagna di prevenzione contro l’Aids… Questo è Piero, un artista e un uomo che, oggi come allora, riesce ancora a trovare il suo equilibrio in un mondo che invece, probabilmente, non lo troverà mai.
(ss)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com