sabato , 25 novembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Madame de la Fayette (15/03/1634)

«La principessa piombò in un così cupo dolore da perdere quasi la ragione. La regina, con grande bontà d’animo, andò da lei e la condusse in un convento senza che la principessa sapesse dove la portavano. Le sue cognate la ricondussero poi a Parigi che ancora non aveva coscienza del suo dolore. Quando poi incominciò ad avere la forza di considerarlo, e di considerare quale marito avesse perduto, che era stata lei la causa della sua morte, e che questa causa era stata l’amore che aveva per un altro uomo, l’orrore che provò per se stessa e per il duca di Nemours oltrepassò ogni limite. Nei primi tempi, questo principe non osò darle altri segni della sua devozione che quelli voluti dall’etichetta. Conosceva abbastanza la principessa per rendersi conto che una maggiore assiduità le sarebbe riuscita sgradita; ma ciò che apprese in seguito gli fece capire che avrebbe dovuto serbare a lungo la stessa condotta. »

La princesse de Clèves

Nota:

Frequentatrice del salotto parigino e amica intima di François de la Rochefoucauld, Marie-Madelaine Pioche de la Vergne, si cala nel ruolo della nobile donna intellettuale. Pubblica le sue prime novelle sotto le pseudonimo di “Segrais” e, per questo motivo, resta in dubbio l’attribuzione dell’opera “La principessa di Clèves”. Considerato il primo vero romanzo della letteratura francese, è un importante estratto storico e psicologico, sintomo che l’evoluzione analitica delle passioni è ormai nelle mani del racinianesimo autentico.

(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com