martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Louis-Ferdinand Céline (27/05/1984)

 

 «Ci si accanisce a volermi considerare un massacratore di ebrei. Io sono un preservatore accanito di francesi e ariani, e contemporaneamente, del resto, di ebrei. Ho peccato credendo al pacifismo degli hitleriani, ma lì finisce il mio crimine.»

«Eccoci qui, ancora soli. C’è un’inerzia, in tutto questo, una pesantezza, una tristezza… Fra poco sarò vecchio. E la sarà finita, una buona volta. Gente n’è venuta tanta, in camera mia. Tutti han detto qualcosa. Mica m’han detto gran che. Se ne sono andati. Si son fatti vecchi, miserabili e torpidi, ciascuno in un suo cantuccio di mondo.»

Da Morte a credito, traduzione di Giovanni Caproni 

«Viaggiare, è proprio utile, fa lavorare l’immaginazione. Tutto il resto è delusione e fatica. Il viaggio che ci è dato è interamente immaginario. Ecco la sua forza.

Va dalla vita alla morte. Uomini, bestie, città e cose, è tutto inventato. È un romanzo, nient’altro che una storia fittizia. Lo dice Littré, lui non si sbaglia mai.

E poi in ogni caso tutti possono fare altrettanto. Basta chiudere gli occhi.

È dall’altra parte della vita»

Da Viaggio al termine della notte, traduzione di Ernesto Ferrero

«L’amore è l’infinito abbassato al livello dei barboncini, e io ci ho la mia dignità, io!»

Da Viaggio al termine della notte, traduzione di Ernesto Ferrero

«Lontano, il rimorchiatore ha fischiato; il suo richiamo ha passato il ponte, ancora un’arcata, un’altra, la chiusa, un altro ponte, lontano, più lontano

 Chiamava a sé tutte le chiatte del fiume tutte, e la città intera, e il cielo e la campagna, e noi, tutto si portava via, anche la Senna, tutto, che non se ne parli più»

Da Viaggio al termine della notte, traduzione di Ernesto Ferrero

Nota:

«Céline ha forgiato uno strumento nuovo: una scrittura viva come la parola.»

Jean Paule Sartre

«Céline è stato creato da Dio per dare scandalo»

Georges Bernarnos

Louis-Ferdinand Cèline, al secolo Louis-Ferdinand Auguste Destouches, è considerato come uno tra i più grandi romanzieri del Novecento; tale fama è dovuta principalmente al suo romanzo Viaggio al termine della notte, che, secondo gran parte della critica, è l’opera narrativa che più di ogni altra descrive e rappresenta la crisi, o meglio, le crisi della prima metà del Novecento.

Nonostante il discredito causatogli dalle sue posizioni antisemite e, almeno inizialmente, filo-naziste, l’opera di Cèline ha influenzato tantissimi autori, ispirando, tra gli altri,Simone de Beauvoir, Charles Bukowski, Henry Miller, e il critico Georges Bataille.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com