lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Juan Ramón Jiménez (24/12/1881)

«Terra e mare
l’orizzonte è il tuo corpo.
L’orizzonte è la mia anima.
Raggiungo il tuo limite: ancora sabbia.
Raggiungi il mio limite: ancora acqua.»

Da Diario di un poeta sposato

«Io non sono io
Sono colui
che cammina accanto a te senza che io lo veda;
che, a volte, sto per vedere,
e che, a volte, dimentico.
Colui che tace, sereno, quando parlo,
colui che perdona, dolce, quando odio,
colui che passeggia là dove non sono,
colui che resterà qui quando morirò.»

Da Antologia poetica

«Solo che oggi, Platero, Giuda è il deputato, o la maestra, o il forense, o l’esattore, o il sindaco, o la levatrice; e ogni uomo scarica il suo pavido fucile, fatto bambino questa mattina del Sabato Santo, contro chi detiene l’odio, in una sovrapposizione di vaghi e assurdi simulacri primaverili.»

Da Platero y yo, traduzione a cura di Asterischi (as)

 

Nota:

Uno dei Nobel più sconosciuti, Juan Ramón Jiménez intesse una rete di poesia e prosa imbevuta di platonismo. I numerosi viaggi che intraprende nel corso della sua vita e che lo vedono lontano dalla sua Spagna, che intanto è presa da Franco, lo portano a una profonda riflessione su di sé e a un avvicinamento al mistero dell’universo, visibilissimo nel suo linguaggio colorito e romantico.

(as, lc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com