venerdì , 18 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno José Eustasio Rivera (19/02/1888)

11

«Più che l’innamorato, sono sempre stato il dominatore le cui labbra non conoscevano la supplica.

Nonostante tutto, ambivo al dono divino dell’amore ideale, che mi accendesse spiritualmente, affinché la mia anima esplodesse nel mio corpo come la fiamma sul legno che la alimenta.

Quando gli occhi di Alicia mi portarono la sventura, avevo già rinunciato alla speranza di sentire un affetto puro. Invano le mie braccia annoiate di libertà si erano tese verso tante donne implorando un legame. Nessuno capiva i miei desideri. Continuava a esserci silenzio nel mio cuore.

Alicia fu un amore facile; si concesse senza esitazione, speranzosa per l’amore che cercava in me. Non pensò nemmeno di sposarsi con me in quei giorni in cui i suoi parenti ordirono la cospirazione delle sue nozze, appoggiati dal parroco e decisi a sottomettermi con la forza. Lei mi svelò gli astuti piani. Io morirò sola, diceva: la mia disgrazia si oppone al tuo futuro.»

 

«Cosa hai fatto del tuo destino? E di questa giovane che immoli alle tue passioni? E i tuoi sogni di gloria, la tua ansia di trionfo e i tuoi principi di fama? Stolto! Il filo che ti lega alle donne, lo stringe lo sdegno. A causa di un orgoglio puerile, ti sei consapevolmente ingannato, attribuendo a questa creatura quello che non hai mai scoperto in nessun’altra, e sapevi già che l’ideale non si cerca; lo si porta con sé. Saziato il capriccio, che valore ha il corpo che hai acquistato a caro prezzo? Perché l’anima di Alicia non ti è mai appartenuta, e anche se adesso ricevi il calore del suo sangue e senti il suo respiro vicino alla tua spalla, ti trovi, spiritualmente, così lontano da lei come dalla laconica costellazione che si inclina ormai sull’orizzonte. »

 

«Riguardo ad Alicia, il problema più grave è mio, che senza essere innamorato vivo come se lo fossi, e la mia gentilezza compensa quello che non può dare il mio affetto, con l’intima convinzione che il mio spirito di gentiluomo mi spingerà verso il sacrificio, per una dama che non è la mia, per un amore che non conosco.»

 

Da La voragine, traduzione di Asterischi (as)

 

Nota:

Pur avendo scritto un solo romanzo e pubblicato una sola raccolta di poesie, José Eustasio Rivera, scrittore colombiano, è diventato il simbolo culturale della Colombia, al punto che il suo paese natale, San Mateo, è stato rinominato Rivera. La sua attenzione si concentra sulla vita della selva e il lavoro dei cosiddetti caucheros. Al centro, accanto alla natura, la lotta per la sopravvivenza e le insidie del destino. A volte basta poco per essere ricordati.

 

(as)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com