martedì , 26 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno John Maxwell Coetzee (09/02/1940)

«Vivo, soffro, sono qua. Con l’astuzia e con l’inganno, se necessario, lotto per non essere tra chi è stato dimenticato dall Storia. Sono una zitella con un diario provvisto di lucchetto ma sono più di questo. Sono una coscienza inquieta ma sono anche più di questo. Quando si spengono le luci sorrido nell’oscurità. I denti scintillano, anche se nessuno lo crederebbe mai.»

«”Lasciami, voglio dormire!”ho gridato tamburellando con i tacchi. È per non cadere vittima dell’assassino, ha detto la voce, che acconsentiamo a morire se noi stessi diventiamo assassini. Ogni uomo nato in schiavitù è nato per la schiavitù. Lo schiavo perde tutto con le catene, anche il desiderio di sfuggirle. Dio non ama nessuno, ha proseguito, e non odia nessuno, giacché Dio è libero dalle passioni e non prova né piacere né dolore. Perciò chi ama Dio non può adoperarsi affinché Dio lo ami a sua volta; giacché desiderare questo vorrebbe dire desiderare che Dio non sia Dio. Dio si cela, e ogni religione che non afferma che Dio si cela non è veritiera. “Vattene” ho gridato, “lerciume spagnolo!” Il desiderio è una domanda senza risposta, ha proseguito la voce – ora so per certo che non mi sentono – , il sentimento della solitudine è la nostalgia di un luogo. Quel luogo è il centro del mondo, l’ombelico dell’universo. Nulla meno del tutto può appagare l’uomo. Chi frena il desiderio lo fa perché il suo è abbastanza tenue da essere frenato. Quando Dio compie per mezzo del malvagio ciò che ha decretato nei suoi consigli segreti, non per questo il malvagio è da scusare. Dio tiene lontano dagli eletti gli stessi che biasima, e per nessun altra ragione se non quella di escluderli

Da Nel cuore del paese

«Ero muto e scemo in principio, e lo sarò fino alla fine. Non c’è niente di cui vergognarsi a essere scemi. Gli scemi hanno cominciato a rinchiuderli prima ancora di rinchiudere gli altri. Adesso hanno fatto campi di internamento per bambini i cui gentori sono scappati, campi per quelli che scalciano con la bava alla bocca, campi per quelli con la testa grande e campi per quelli con la testa piccola, campi per chi non ha mezzi evidenti di sussistenza, campi per quelli cacciati via dalla terra, campi per quelli che trovano a dormire nei campi di scolo, campi per le ragazze di strada, campi per chi non sa fare due più due, campi per quelli che dimenticano a casa i documenti, campi per quelli che vivono sulle montagne e fanno saltare i ponti di notte. Forse la verità è che è già molto essere fuori dai campi, fuori da tutti i campi contemporaneamente. Forse già questo, oggi, è un risultato soddisfacente.»

«Perché se c’è una cosa che ho scoperto in campagna è che c’è tempo per tutto.
(È questa la morale, pensò, la morale di tutta la storia: che c’è tempo per tutto? È così che si presentano le morali, senza che nessuno le cerchi, nel corso degli eventi, quando meno te lo aspetti?)»

Da La vita e il tempo di Michael K

Nota:
Scrittore e saggista sudafricano, premio Nobel per la letteratura nel 2003. «La scittura di Coetzee è il risultato di una operazione basata sul sottrarre, sul ‘levare’: via ogni deriva psicologista od  ermeneutica, alla ricerca di una espressività tesa, asciutta, scarnificata, essenziale, per cogliere, poi, il centro esatto delle cose, la verità che è come cuneo profondo che incide, che strazia, carne e anima.» (Linnio Accorroni)

(as)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com