mercoledì , 22 novembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno John Adam Belushi (24/01/1949)

 

«La scena è il solo posto in cui sono consapevole di quanto sto facendo»

«Quando pensi che a nessuno importi se sei vivo, prova a non pagare per due mesi la rata della macchina…»

«Voglio cose diverse ogni giorno. Voglio fare una grossa commedia musicale con un mucchio di incidenti di automobili. Voglio fare una commedia romantica che nessuno si immagina di poter fare. E quando farò una commedia con Dan Aykroyd sarà totalmente diversa da “The Blues Brothers”. Sono un attore comico, ma sono anche un attore. »

Da una intervista dell’inverno ’82 riportata in “ http://www.bonistalli.it/PeopleMag.htm

«I miei personaggi dicono che va bene essere incasinati. La gente non deve necessariamente essere perfetta. Non deve essere intelligentissima. Non deve seguire le regole. Può divertirsi. La maggior parte dei film di oggi fa sentire la gente inadeguata. Io no. »

«Credevano tutti che sarei stato il primo ad andarmene. Certo io ero uno di quei tipi alla vivi in fretta muori giovane e lascia un bel cadavere… si sbagliavano. Eccoli qui tutti i miei amici… qui giace Gilda Radner, ..e là riposa Laraine… e lì Chevy Chase… E qui Dan Aykroyd. Amava troppo la sua Harley. Andava a 250 chilometri all’ora al momento dell’incidente. Di lui non è rimasto molto. Chiamarono me per identificare il corpo. Lo riconobbi soltanto dai piedi palmati…. Il Saturday Night è stata la più bella esperienza della mia vita. Adesso se ne sono andati tutti e a me mancano tutti quanti. Perché sono rimasto proprio io? Perché sono vissuto così a lungo mentre loro sono morti tutti? Ve lo dico io il perché! Perché io sono un ballerino!»

Dal film TV “Don’t Look Back in Anger”

Note

John Adam Belushi era considerato, alla fine degli anni ’70, uno dei maggiori talenti comici statunitensi. Era inoltre un apprezzato cantante blues e un attore cinematografico. Deve la sua celebrità soprattutto a due suoi film: Animal House (1978) di John Landis  e The Blues Brothers (1980), entrambi per la regia di John Landis. In particolare quest’ultimo film, nel quale recita accanto al grande amico Dan Aykroyd, lo consacrò come personaggio cult per le successive generazioni. Morì prematuramente a causa dell’abuso di droga e alcool.

(rm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com