venerdì , 15 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Joaquín Sorolla (27/02/1863)

 

«…Sus temas preferidos eran el paisaje levantino, la huerta valenciana, la playa, el ambiente costero, siempre con presencia humana plasmada con un protagonismo absoluto de la luz (“realismo a plena luz”).»

«qui per farsi conoscere e vincere una medaglia occorre dipingere morti»

(in occasione dell’Esposizione Nazionale spagnola, 1884, vinta con il quadro Defensa del Parque de Artillería de Monteleón)

 

Defensa del Parque de Artillería de Monteleón, 1884

La vuelta de la pesca, 1895

Niña entrando en la playa, 1904

Nadadores, 1905

Paseo a Orillas del Mar, 1909

Niños en la playa, 1910

El baile, 1914

Nota

Joaquín Sorolla è forse il più prolifico tra i pittori spagnoli di fine XIX secolo. Il suo stile parte da una matrice essenzialmente realista, e si arricchisce degli influssi dell’arte classica rinascimentale e soprattutto della grande lezione impressionista francese. A Parigi il pittore valenciano sviluppa la propria personale versione del “luminismo” mediante uno studio accuratissimo della luce, il cui protagonismo è applicato a paesaggi marini popolati da donne, bambini spesso nudi e pescatori (si parla infatti di “costrumbrismo marino”). I concetti di “realismo a piena luce” e “realismo sociale” vengono accostati alla pittura sorollana per fotografare i suoi tratti salienti: luce, mare, vivace concretezza. Di recente il Museo del Prado ha concesso un tributo a Joaquín Sorolla dedicando una sezione all’esposizione della quasi totalità delle sue opere.

(ct)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com