sabato , 21 ottobre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Jack London (12/01/1876)

«L’uomo è una creatura miope e indifesa. Guarda con orgoglio all’eredità acquisita attraverso le epoche, eppure è costretto ad obbedire ciecamente a ogni malandato di quella stessa eredità storica, perché essa è ormai parte della sua carne, profondamente radicata nella sua anima. Lotta per resistere, ma non può sfuggire alla sua natura. Solo un genio, una di quelle rare creature alle quali è consentito il privilegio di fare cose del tutto nuove e originali in modi del tutto nuovi e originali, può farcela. Ma l’uomo comune, quello plasmato dalla creta, può solo fare quello che è già stato fatto prima di lui.»

La dignità dei dollari, traduzioni di Davide Sapienza

«Va bene lasciar morire il gorilla e la tigre, ma non è corretto ammazzare le tigri e i gorilla più coraggiosi per preservare una stirpe più codarda di tigri e gorilla. Prima o poi, le tigri e i gorilla che si affrontano sul ring morirebbero comunque, nel corso dell’evoluzione naturale, ma l’incontro di pugilato non sarà corretto finché tigri e gorilla sonnambuli continueranno a colpire, graffiare e frustare. Queste non sono le regole del pugilato. Questo è un cazzotto sferrato a tradimento dal sonnambulo, mentre si gongola ripetendo formule magiche e ringraziando Dio di non essere come gli altri animali.»

Il sonnambulo, traduzione di Davide Sapienza

Nota:

John Griffith Chaney è stato uno scrittore statunitense. Visse la sua fanciullezza sui moli di Oakland e sulle acque della baia di San Francisco. Crescendo non smentì la sua fama di grande avventuriero, anche se tra i lavori più disparati, inclusi quelli illegali ed eticamente insostenibili, covò sempre una grande passione per la letteratura. La sua opera è stata oggetto di una duplice fortuna: amato e osannato dal pubblico per le sue storie che parlavano di vicende umane ai margini della società, e annientato dalla critica. Tuttavia negli ultimi anni è stato oggetto di una grande rivalutazione culturale, infatti di recente sono stati pubblicate in Italia anche sue opere di carattere saggistico. Jack London resta un grande narratore di razza, antiaccademico per natura e dallo stile spiccatamente giornalistico, venato da un’autentica passione per raccontare le vicende della classi subalterne, stimolato in questo dalla sua fede socialista, che si nutriva di valori semplici e ingenui, come testimoniano i suoi scritti specificatamente “politici”.

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com