lunedì , 23 ottobre 2017
Le news di Asterischi

Buon compleanno J.K. Rowling (31/07/1965)

 

 
<< Fu all’angolo della strada che notò le prime avvisaglie di qualcosa di strano: un gatto che leggeva una mappa. Per un attimo, il signor Dursley non si rese conto di quel che aveva visto; poi girò di scatto la testa e guardò di nuovo. C’era un gatto soriano ritto sulle zampe posteriori, all’angolo di Privet Drive, ma di mappe neanche l’ombra. Ma che diavolo aveva per la testa? La luce doveva avergli giocato qualche brutto tiro. Si stropicciò gli occhi e fissò il gatto, che gli ricambiò l’occhiata. Mentre l’auto girava l’angolo e percorreva un tratto di strada, il signor Dursley tenne d’occhio il gatto nero nello specchietto retrovisore. In quel momento il felino stava leggendo il cartello stradale che indicava “Privet Drive”. No, lo stava guardando; i gatti non sanno leggere le mappe e neanche i cartelli stradali. >>
 
Harry Potter e la pietra filosofale
 
<< A cena il signor Weasley voleva che sedesse accanto a lui, in modo da poterlo bombardare di domande sulla vita dei Babbani, e chiedergli di spiegare in che modo funzionassero cose come le prese elettriche e il servizio postale. “Affascinante” disse quando Harry gli spiegò l’uso del telefono. “Ingegnoso, veramente! Quanti modi hanno trovato i babbani per cavarsela senza la magia!”
(…)
“Posta da scuola” disse il signor Weasley allungando a Harry e a Ron due buste identiche di pergamena giallastra, con l’indirizzo scritto in inchiostro verde. “Silente sa già che tu sei qui, Harry…Non gliene scappa una a quello. C’è posta anche per voi” aggiunse rivolto a Fred e George che entravano in quel momento, assonnati e in pigiama.
Per qualche minuto regnò il silenzio, perché tutti leggevano la posta. La lettera di Harry gli comunicava di prendere, come al solito, l’Espresso per Hogwarts dalla stazione di King’s Cross, il primo di Settembre. C’era anche l’elenco dei libri necessari per il nuovo anno.
“Gli studenti del secondo anno dovranno fornirsi dei seguenti testi:
Manuale degli incantesimi, volume secondo di Miranda Gadula
A merenda con la morte di Gilderoy Allock
A spasso con gli spiriti di Gilderoy Allock
In vacanza con le streghe di Gilderoy Allock
Trekking con i troll di Gilderoy Allock
In viaggo con i vampiri di Gilderoy Allock
A passeggio con i lupi mannari di Gilderoy Allock
Un anno con lo yeti di Gilderoy Allock >>
 
Harry Potter e la camera dei segreti
 
<< “Ma io non ti trovo brutta” disse Harry, perplesso.
Hermione rise.
“Harry, sei peggio di Ron…no, è impossibile” sospirò, mentre Ron entrava nella Sala a passi pesanti, infangato e imbronciato. “Senti…si è arrabbiata quando le hai detto che volevi vedermi, così ha cercato di farti ingelosire. Era il suo modo per scoprire quanto ti piace”.
“Era per questo?” domandò Harry, mentre Ron si lasciava cadere sulla panca di fronte a loro e si avvicinava tutti i piatti a portata di mano. “Ma non sarebbe stato più semplice chiedermi se mi piaceva più di te?”
“Le ragazze non fanno quel tipo di domande” rispose Hermione.
“Bè, dovrebbero!” esclamò Harry. “Così avrei potuto dirle quanto mi piace, e lei non si sarebbe agitata di nuovo per la storia di Cedric!” ribattè Hermione mentre Ginny si univa a loro, infangata quanto Ron e altrettanto di malumore. “Sto solo cercando di farti capire come si sentiva in quel momento”.
“Dovresti scrivere un libro” disse Ron, tagliando la sua patata, “con la traduzione di tutte le scemenze che fanno le ragazze, così i ragazzi capirebbero”. >>
 
Harry Potter e il calice di fuoco
 
 
Nota:
 
<< Joanne Kathleen Rowling scrive storie da quando era bambina, e ha sempre desiderato diventare scrittrice. L’ispirazione per Harry Potter le venne anni fa su un treno da Manchester a Londra: arrivata alla stazione di King’s Cross quasi tutti i personaggi avevano già acquistato carattere. Durante gli anni successivi cominciò a delineare la trama di ogni libro e a scrivere il primo della serie, “Harry Potter e la Pietra Filosofale”, pubblicato da Bloomsbury nel 1997 e da Salani nel 1998. J.K. Rowling ha scritto anche “Il Quidditch attravers i secoli” e “Gli animali fantastici: dove trovarli”, due libri della biblioteca di Harry Potter il cui ricavato viene donato in beneficenza attraverso l’associazione inglese, senza fini di lucro, “Comic Relief”. >>
Quarto di copertina di “Harry Potter e il calice di fuoco” , Salani editore
 
(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com