domenica , 24 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Ivan Turgenev (09/11/1818)

 

«Un nichilista è un uomo che non si inchina dinnanzi a nessuna autorità, che non presta fede a nessun principio, da qualsiasi rispetto tale principio sia circondato.»

Da Padri e figli

«L’egoismo equivale al suicidio. L’uomo egoista si piega come un albero solitario e sterile… ma l’amore di sé stesso, nel senso più elevato, in quanto è aspirazione reale verso il perfezionamento del proprio essere, è la sorgente di tutte le grandezze. L’uomo deve lasciare in sé questo egoismo ostinato della sua personalità, allora soltanto l’amor proprio avrà diritto di imporre la sua volontà.»

Da Rudin

«Era la primavera dell’anno 1868 e batteva appena il mezzogiorno. Nella via degli Ufficiali, a Pietroburgo, arrampicavasi su per una buia e sudicia scaletta d’una casa a cinque piani un uomo sui ventisette anni, sciattato e povero in arnese. Con uno strofinìo pesante delle ciabatte, dondolando sfiaccolato il corpo massiccio e goffo, arrivò questo uomo finalmente in cima alla scaletta, si fermò davanti a una porta sgangherata e socchiusa, e senza darsi il fastidio di suonare il campanello, andò oltre, sbuffando come un mantice, e si trovò in una piccola e scura anticamera.»

Da Terre Vergini

«Gogol’ è morto! Quale cuore russo non è scosso da queste tre semplici parole? Egli se ne è andato, quell’uomo che ora noi abbiamo il diritto, l’amaro diritto conferitoci dalla sua morte, di chiamare Gogol’ il Grande.»

Dalla Gazzetta di San Pietroburgo, in occasione della morte di Gogol’

Nota:

«Turgenev è senza dubbio, fra i grandi scrittori russi, quello al quale si applica più facilmente l’aggettivo di “classico”.»

Jean Bonamour

Forse non godrà, almeno in Italia, della fama di Gogol’, Tolstoj e Dostoevskij, ma l’importanza di Turgenev nella storia della letteratura russa non è da considerarsi inferiore rispetto a quella dei suoi tre connazionali, ai quali fu legato da profonda amicizia. Un legame altrettanto forte fu quello che strinse con Gustave Flaubert, al quale dedicò Il canto dell’amore trionfante, scritto imitando lo stile della novella italiana del XVI secolo.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com