venerdì , 24 novembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Iain M. Banks (16/02/1954)

iain-banks-1

«Questa è la storia di un uomo che andò in un posto molto lontano, affrontando un lungo, lungo viaggio, soltanto per fare un gioco. L’uomo era un giocatore; il suo nome era ‘Gurgeh’. La storia comincia con una battaglia che non è una battaglia, e finisce con un gioco che non è un gioco.
Io? Di me vi parlerò più avanti.
Ecco come comincia la storia.»

Incipit de L’impero di Azad

«”Attenzione!” gridò la pistola. “Solo il personale autorizzato può provvedere alla manutenzione! Ogni tentativo di smontare questo oggetto avrà come risultato la sua irreversibile disattivazione!”

“Zitta, piccola bastarda” dissi (e la pistola tacque).»

Da Un dono dalla Cultura

«Il punto è che la fantascienza è un dialogo, un processo. Uno scrittore leggerà qualcosa – probabilmente qualcosa di abbastanza famoso, anche un classico - e penserà “Ma cosa sarebbe successo se invece di seguire questa strada…?” E, in piedi sulle spalle di quel particolare gigante, scrive qualcosa di inizialmente similare ma sviluppato differentemente, così che il campo evolve e si trasforma…»

Da un articolo pubblicato sul The Guardian (http://www.guardian.co.uk/books/2011/may/13/iain-banks-science-fiction-genre) Traduzione a cura di Asterischi.it (rrb)

Nota

Iain Banks non è Iain M. Banks, ma in qualche modo lo è. Stiamo parlando, allo stesso tempo, di uno dei più autorevoli e innovativi scrittori di fantascienza (celeberrimo il suo ciclo della Cultura) e di un navigato autore mainstream. Per non confondersi lo scozzese aggiunge una M puntata, residuo di un vecchio cognome di famiglia, quando scrive di fantascienza, mentre, per tutto il resto, resta l’ordinario Iain Banks. Dall’altra parte della M non c’è solo letteratura fuori dai generi, ma anche incursioni nell’horror come il suo primo romanzo La fabbrica degli orrori.

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com