giovedì , 14 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Francisco Umbral (11/05/1932)

umbral

«Il fiume si ghiacciava tutti gli inverni. E sorgeva, tra le due rive, un bianco campo di battaglia dove scendevano, dalla sterpaglia della riva selvatica – una riva era tutta boscosa e l’altra quasi città – , i ragazzi dagli orti e dalle campagne. Era un ponte di ghiaccio da dove ci arrivava l’invasione di quei gruppi di ostili e fuggiaschi. Una specie di pastori sinistri, di sanguinari ragazzi che avevano un’altra forma di lottare e di arrampicarsi sugli alberi. Usavano la frombola al posto della fionda. Erano un’altra razza.

Una mattina, senza sapere come, mi ritrovai a lottare insieme ai ragazzi di S. Lorenzo a metà del fiume ghiacciato. I ragazzi della riva-di-là ripiegavano verso i loro boschi. Le loro pietre cadevano quasi verticalmente su di noi, o suonavano opacamente nel silenzio dell’inverno innevato, rimanendo lì, nere sulla superficie bianca dell’acqua ghiacciata, a portata di mano. Erano proiettili che potevamo restituire. Armi che ci venivano offerte. Era una cava all’aperto, le pietre lanciate si perdono tra le pietre. Ma questo scambio di proiettili nel fiume innevato, rendeva la battaglia interminabile.

Quei feroci contadini finirono per darsi alla fuga. Le nostre pietre li seguirono tenacemente superando la barriera di rami secchi e tronchi scortecciati che li proteggeva. I loro cani pastori abbaiavano inferociti, e le teste sbucavano all’improvviso vicino la riva.

-  A quello che scappa! A quello! […] »

Da  Balada de gamberros, La novela popular, Madrid, 1956, p.5.  (traduzione a cura di Asterischi)

«la città ci mescola, ci amalgama; siamo carte da gioco umane fra le sue dita di giorno e di notte.»

Da Travesía de Madrid, Destino, Barcellona, 1984

«Madrid è una scusa per raccontare storie.»

Da Los placeres y los días in El Mundo, maggio 2006

 

Nota:

Cantore della modernità spagnola, ancor prima che questa fosse possibile, Francisco Umbral, all’anagrafe Francisco Alejandro Pérez Martínez, è stato poeta, giornalista, scrittore e biografo. Vincitore del premio Miguel De Cervantes nel 2000 e nel ’96 del Premio Principe delle Asturie per la letteratura, Umbral è conosciuto soprattutto per il suo stile memorialistico e per i suoi romanzi.

Informazioni su Serena Giorgio Marrano

Serena Giorgio Marrano
Nasce a Napoli il 5 maggio 88. Serena, solo di nome, odia le mezze misure: le sue, nel bene o nel male, sono tutte grandi passioni. Ha una lista di libri e di buoni propositi infinita. Con la testa fra le nuvole rischia di essere a volte un tantino distratta, è molto curiosa e ama il mare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com