giovedì , 14 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Enrico Berlinguer (25/05/1922)

 

« La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico. »

«La gravità dei problemi del paese, le minacce sempre incombenti di avventure reazionarie e la necessità di aprire finalmente alla nazione una sicura via di sviluppo economico, di rinnovamento sociale e di progresso democratico rendono sempre piú urgente e maturo che si giunga a quello che può essere definito il nuovo grande «compromesso storico» tra le forze che raccolgono e rappresentano la grande maggioranza del popolo italiano.»

Da La «Questione comunista», 1969-75

«I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le istituzioni a partire dal governo, gli enti locali, gli enti di previdenza, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai tv, alcuni grandi giornali.»

Da Che cos’è la questione morale?

«Noi pensiamo che gli insegnamenti fondamentali che ci ha trasmesso prima di tutto Marx e alcune delle lezioni di Lenin conservino una loro vitalità, e che vi sia poi, d’altra parte, tutto un patrimonio e tutta una parte di questo insegnamento che sono ormai caduti, che debbono essere abbandonati e che, del resto, sono stati da noi stessi abbandonati con gli sviluppi nuovi che abbiamo dato alla nostra elaborazione, che si concentra su un tema che non era il tema centrale dell’opera di Lenin.»

Da Berlinguer: attualità e futuro

Nota:

«Qualcuno era comunista perché Berlinguer era una brava persona.»

Da Qualcuno era comunista, Giorgio Gaber

«Un popolo intero trattiene il respiro e fissa la bara,
sotto al palco e alla fotografia.
La città sembra un mare di rosse bandiere
e di fiori e di lacrime e di addii

[…]

“Hanno detto per la radio che c’è stata una disgrazia,
a Padova è stato male il segretario del PCI”
Luciano va al telefono parla in fretta e mette giù
“Ragazzi, sta morendo in compagno Berlinguer””..»

Da I Funerali di Berlinguer, Modena City Ramblers

“enrico se tu ci fossi ancora
ci basterebbe un sorriso
per un abbraccio di un’ora
il mondo cambia
ha scelto la bandiera
l’unica cosa che resta
e’ un’ingiustizia piu’ vera
qui tutti gridano
qui tutti noi siamo diversi
ma se li senti parlare
sono da sempre gli stessi”

Da Dolce Enrico, Antonello Venditti

Segretario del PCI dal 1972 al 1984 – anno della sua morte – , Enrico Berlinguer è stato uno dei protagonisti della classe politica della Prima Repubblica Italiana. Durante il suo mandato come segretario riuscì a far raggiungere ottimi risultati elettorali al PCI, sostenendo una linea autonomista nei confronti dell’Unione Sovietica. Nel 1984 morì a causa di un infarto durante un comizio, suscitando la commozione di sostenitori, amici, e anche degli avversari politici, coi quali non esitò, come nel caso del Compromesso Storico, ad allearsi per il bene del paese e sempre in nome della cosiddetta Questione Morale.

(lm)

Informazioni su Asterischi

Asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com