mercoledì , 13 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Eduardo De Filippo (24/05/1900)

 

«Non possiamo essere noi a distribuire il bene e il male: non conosciamo le proporzioni.»

Io, l’erede 

«A vita è tosta e nisciuno ti aiuta, o meglio ce sta chi t’aiuta ma una vota sola, pe’ pute’ di’: “T’aggio aiutato…” »

Questi fantasmi!

«Quando sono in palcoscenico a provare, quando ero in palcoscenico a recitare… è stata tutta una vita di sacrifici. E di gelo. Così si fa il teatro. Così ho fatto!»

«Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male.»

Eduardo De Filippo

«Infatti, la persona finisce per desiderare di esserlo davvero, diversa, e le sue forze si moltiplicano, il suo pensiero è in continua ebollizione, il fisico non conosce più stanchezza pur di raggiungere la meta che s’è prefissata. Tutto questo però allora non lo sapevo e la mia “diversità” mi pesava a tal punto che finii per lasciare la casa materna e la scuola e me ne andai in giro per il mondo da solo, con pochissimi soldi in tasca ma col fermo proposito di trovare la mia strada. Dovrei dire: di trovare la mia strada nella strada che avevo già scelto da sempre, il teatro, che è stato ed è tutto per me .»

Nota autobiografica risalente ai primi anni Settanta

«Volete sapere come si scrive una commedia? Provatevi a scriverla, perché può essere facile se si conosce la tecnica. Ecco quello che io voglio insegnare. Io non voglio insegnare a scrivere la commedia, io voglio insegnare la tecnica. »

«Prova ad entrare in scena ed interessare il pubblico al personaggio che devi interpretare senza parlare, se dopo un minuto, un mezzo minuto dalla sala parte una voce che ti chiede: “beh”? Paga la penale al capocomico e cambia mestiere.»

Eduardo De Filippo ai suoi studenti

Nota:

Figlio d’arte, non è troppo dire che il napoletano Eduardo De filippo il teatro lo aveva nel sangue. Insieme al fratello Peppino e alla sorella Titina, dopo una lunga gavetta, riesce a formare la compagnia “Teatro Umoristico I De Filippo“, grazie alla quale sarà in grado di donare grande notorietà al teatro dialettale e farsesco. Attore e regista teatrale, commediografo e cinematografo affronta spesso i temi del tradimento e della pazzia. Da uomo del Novecento, anche lui cambia con i tempi e dal teatro passa alla televisione e al cinema. Nonostante ciò non abbandonerà mai il suo primo amore; trascorrerà, infatti, l’ultima fase della vita dedicandosi all’insegnamento dell’arte teatrale.

(fg)

Informazioni su asterischi

asterischi

Un commento

  1. salve, sono felice di esserci , di aver letto, di averTI conosciuto e di sentirmi partecipe solo per essere nato dopo settantanove anni nello stesso giorno di un , anzi del MAESTRO …
    GRAZIE
    AUGURI DON EDOARDO

    24/05/1979 ANTONIO
    L’ARTICOLO ? ASSOLUTAMENTE VERITIERO E FOTOGRAFICO DI UN UOMO ASSOLUTAMENTE UNICO

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com