domenica , 24 settembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Corrado Alvaro (15/04/1895)

«La primavera! Come è orribile la primavera! Le donne son pensierose e non si sa che fare per consolarle. Si ha l’idea di essere come quei semi che cadono sotto la pressione della gemma nuova che prende vigore.                                                                                                                  

La primavera è pericolosa.»

Da L’uomo nel labirinto.

 

« “Ora e nell’ora della nostra morte”. Questa preghiera gli riuscì nuova. Non s’era mai accorto, da ragazzo, che contenesse questa parola: “morte” e per fuggirla ecco che spiccicava la preghiera come una sentenza.»

Da L’uomo nel labirinto.

 

« Non è bella la vita dei pastori in Aspromonte, d’inverno, quando i torbidi torrenti corrono al mare, e la terra sembra navigare sulle acque. I pastori stanno nelle case costruite di frasche e di fango, e dormono con gli animali. Vanno in giro coi lunghi cappucci attaccati ad una mantelletta triangolare che protegge le spalle, come si vede talvolta raffigurato qualche dio greco pellegrino e invernale. I torrenti hanno una voce assordante. Sugli spiazzi le caldaie fumano al fuoco, le grandi caldaie nere sulla bianca neve, le grandi caldaie dove si coagula il latte tra il siero verdastro rinforzato d’erbe selvatiche. Tutti intorno coi neri cappucci, coi vestiti di lana nera, animano i monti cupi e gli alberi stecchiti, mentre la quercia verde gonfia le ghiande pei porci neri.»

Da Gente in Aspromonte.

Nota:

Scrittore e giornalista calabrese, Corrado Alvaro è, forse a causa della sua prosa non sempre limpida e di facile comprensione, uno degli autori ‘dimenticati’ della letteratura italiana.

Il suo L’uomo nel labirinto, però, non ha nulla da invidiare a molte grandi opere dell’Otto-Novecento, tanto che non sono mancati gli accostamenti tra l’opera in questione e gli scritti di Musil e Borgese.

Speriamo che questa nota serva a incuriosire qualcuno e a far riscoprire questo autore, le sue narrazioni calabresi e i drammi esistenziali messi in scena nei suoi romanzi.

(lm)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com