lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Boris Vian (10/03/1920)

«L’essenziale, nella vita, è dare giudizi a priori su tutto. In effetti, sembra che le masse stiano sempre dalla parte del torto, e che gli individui abbiano sempre ragione. Bisogna tuttavia stare attenti a non dedurre nessuna regola di condotta da questa constatazione: certe regole non hanno bisogno di essere formulate per essere eseguite. Solo due cose contano: l’amore, in tutte le sue forme, con ragazze carine, e la musica di New Orleans o di Duke Ellington…»

Boris Vian

«Faceva bello. L’estate finiva. La città sapeva di polvere. Giù al fiume. Si doveva stare freschi sotto gli alberi. Non ero ancora uscito dal giorno del mio arrivo e non avevo idea di come fosse la campagna lì intorno. Sentivo il bisogno di un po’ di aria fresca. Ma sentivo soprattutto un altro bisogno. Mi ci volevano delle donne.»

Sputerò sulle vostre tombe

«È pressappoco tutto quello che noto. Gary mi ha raggiunto e, nel momento in cui entriamo, quattro tipi ci piombano addosso. Dovrei dire quattro gorilla.                                                                                                                                                             Rotolo a terra come un birillo perché uno dei quattro mi si è tuffato fra le gambe… ed è la più bella rissa che abbia mai visto nella mia vita.                                                                                                                                                                                                      Se mi fossi accontentato di vederla…» 

E tutti i mostri saranno uccisi

Nota:

Boris Vian è stato uno dei personaggi più vitali e immaginifici nella cultura francese ed europea del Novecento. Impegnato nei più svariati campi del sapere – ingegnere jazzista cantautore (compose Il disertore poi cantata in Italia da Fossati) scrittore discografico traduttore critico di fantascienza – morì giovanissimo ma fece in tempo a scrivere pagine irriverenti e profonde. Fu amico di Miles Davis, Duke Ellington, Max Ernst e altri personaggi notevoli dell’epoca, e i suoi romanzi sono da considerarsi esempi illuminati di letteratura surrealista. Imperdibile struggente romanzo d’amore surrealista al ritmo di jazz è il suo La schiuma dei giorni.

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com