giovedì , 14 dicembre 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Andrea Palladio (30/11/1508)

«Tre cose in ciascuna fabbrica, (come dice Vitruvio) debbono considerarsi, senza le quali niuno edificio meriterà esser lodato; e quelle sono l’utile o comodità, la perpetuità, e la bellezza: perciocchè non si potrebbe chiamare perfetta quell’opera che utile fosse, ma per poco tempo: ovvero che per molto non fosse comoda; ovvero che avendo ambedue queste, niuna grazia poi in se contenesse. La comodità si avrà, quando a ciascun membro sarà dato luogo atto, sito accomodato, non minore che la dignità si richiegga, nè maggiore che l’uso si ricerchi. […]La bellezza risulterà dalla bella forma e dalla corrispondenza del tutto alle parti, delle parti fra loro, e di quelle al tutto: conciosiachè gli edifici abbiano da parere un intiero e ben finito corpo, nel quale l’un membro all’altro convenga, e tutte le membra siano necessarie a quello che si vuol fare».

Estratto da I quattro libri dell’architettura, Libro I, Capitolo I

Palazzo Chiericati, Vicenza

 

Nota:

Andrea Di Pietro, più noto con lo pseudonimo di Andrea Palladio, fu un celebre architetto italiano del ‘500. Padovano di nascita, vicentino di adozione, la sua carriera fiorisce nella Repubblica di Venezia e si protrae fino a Vicenza, città il cui centro storico gode dei suoi monumenti più noti come la Basilica Palladiana e il Palazzo Chiericati. Fu anche un grande teorico di architettura come dimostra la sua opera “I quattro libri dell’architettura”.

(mc)

Informazioni su asterischi

asterischi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com