lunedì , 21 agosto 2017
Le news di Asterischi

Buon Compleanno Aleksej Nikolaevic Tolstoj (10/01/1883)

 

«È evidente come lì sia possibile installare delle stazioni radio di enorme potenza. Marte vuol parlare con la Terra. Per il momento non siamo capaci di rispondere a questi segnali. Ma voleremo al loro appello. È difficile ammettere che le stazioni radio di marte siano state costruite da mostri, da esseri che non siano simili a noi. Marte e la Terra sono due microscopiche palline che girano uno accanto all’altra. Ci sono leggi uguali per noi e per loro. Nell’universo gira la polvere della vita. Le stesse spore si insediano su Marte e sulla Terra, su tutte le miriadi di stelle che si vanno raffreddando. Dovunque sorge la vita, e sulla vita ovunque imperano esseri antropomorfi: e non è possibile creare un essere animato più perfetto dell’uomo.»

Aelita

Nota:

Aleksej Nikolaevic Tolstoj è stato uno scrittore russo. Durante la prima parte della sua carriera fu osteggiato dalla critica russa per sue opere a sfondo erotico e poi dichiaratamente pornografico. La sua fama si deve, oltre che ad una sorta di adattamento russo di Pinocchio, al celebre Aelita da cui Jakov Protazanov trarrà l’omonimo capolavoro cinematografico nel 1924, ancora oggi considerato uno dei capisaldi del cinema di fantascienza. Parecchio complesso il rapporto con la rivoluzione bolscevica che lo vedrà dapprima riparare in Francia e poi tornare in patria nel 1922 dove rinuncerà al suo titolo nobiliare e diverrà uno dei più accesi sostenitori di Stalin.

«L’antiutopia di Zamjatin influenzerà parecchi scrittori e gli echi si avvertiranno in Orwell ed Huxley. Nel frattempo aumenta la “fantascienza catastrofica”, cresce sempre più il numero di romanzi e racconti apocalittici e la scienza diventa nemica dell’uomo. In quest’atmosfera il genere ottiene il riconoscimento della qualità e della rispettabilità letterarie, da Aleksej Tolstoj, che nei suoi romanzi Aelita e L’iperboloide dell’ingegnere Garin unisce al motivo del volo interplanetario, dell’avventura e dei conflitti, una nota di quell’ottimismo da tempo scomparso. Tale fusione, che rende le sue opere positive, piacevoli e cariche di una suspense non angosciante, era destinata a restare alla base della tradizione della naucnaja fantastika fino alla fine degli anni sessanta.

Aelita polemizza velatamente con Bogdanov e con la sua benevola tecnocrazia marziana, e con tutte le correnti filosofiche dell’epoca, le quali, davanti agli eventi rivoluzionari, profetizzavano la caduta della civiltà. La società tecnocratica marziana di Tolstoj, solo apparentemente perfetta ed invidiabile, nasconde invece l’infelicità di non riuscire a vivere da esseri umani e, dunque, di non sapere amare come sanno fare i terrestri. Pertanto solo la rivoluzione riuscirà a rinnovare la vita sul pianeta e a liberare il suo popolo dal regime tirannico di Tuskub. E se la rivolta dei lavoratori, guidata da un uomo dell’Armata rossa veniva ad essere una parabola, che interpretava molto chiaramente quei tempi, tale da potere essere condivisa da tutta la fantascienza sovietica, lo scoraggiato e frettoloso ritorno, in cui Los’ ascolta alla fine le disperate chiamate via radio della sua amata, risente di una tristezza tutta wellsiana. Ovviamente, anche per Tolstoj è innegabile l’influenza esercitata da Wells sul modello dell’avventura e del romance, ma l’autore, in un certo qual senso, è in aperta polemica con The war of the worlds (La guerra dei mondi) di Wells.»

Aleksej Nikolaevic Tolstoj e la fantascienza sovietica di Daniela Marcantonio, tesi di laurea

(rrb)

Informazioni su asterischi

asterischi

Un commento

  1. daniela marcantonio

    Salve a tutti voi della redazione,

    vi ringrazio per aver citato il mio lavoro su A.N.Tolstoj e aver dato spazio a questo autore eclettico e poco conosciuto.
    Vorrei comunicarvi che a breve uscirá in versione libro, edito da ProspettivaEditrice Roma, la mia monografia dedicata ad A.N.Tosltoj.

    Buon lavoro.
    Daniela

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

shared on wplocker.com